. “Tat twam asi”

 

 

  

 Crisi di farfalla

 

 

Scrive Hesse:”…tutto il visibile è espressione, tutta la natura è immagine è linguaggio e colorato geroglifico…sono fratello di tutto ciò che ammiro e che sperimento come mondo vivente; della farfalla, dello scarabeo, della nuvola, del fiume, dei monti; perché lungo il cammino dello stupore sfuggo per un attimo al mondo della divisione ed entro nel mondo dell’unità, dove una cosa, una creatura, dice ad ogni altro.

“Tat twam asi” (“Questo sei tu”).

.

.

 

Ma space

 

Raggomitolata nell’edulcorata atmosfera del mio tutto rosa, ri-leggevo questo suggestivo passaggio (niente avviene per caso) e mi sono interrogata con un po’ di sgomento se nella crudele sciatteria del nostro quotidiano, Hermann Hesse potrebbe ancora accendere un barlume concreto di speranza fugando l’orrore e lo sconforto della domanda/risposta che sorge immediata:

 “Tat twam asi”

“ ..sì, ma cosa?”

 

(credo di avere bisogno di tempo, mi sono smarrita)

 

Annunci

30 thoughts on “. “Tat twam asi”

  1. anonimo ha detto:

    Ormai le farfalle non le guarda quasi più nessuno….nè le nuvole, nè i fiumi, i monti, ecc…..al massimo alla televisione…….

    Ciao!

  2. arietta ha detto:

    Smarrirsi è un passo dovuto per riconoscere a se stessi mille possibilità.
    So cosa si prova, è snervante, doloroso, certe volte insostenibile.
    In momenti come questo mi chiedo a cosa serva portare avanti un discorso se in certi momenti non ci crediamo neanche noi stessi…però poi passa. Tutto passa. Sempre.
    E le belle giornate tiepide e assolate torneranno a sedurci, una nuova musica ci spingerà di nuovo a muovere altri passi danza. E’ la vita, mia dolce amica, fatta di alti e bassi, di cose semplici e cose più complicate…. Ma è l’unica che ci è data di vivere, dunque anche nei momenti no cerchiamo di proteggerla da quel lato di noi stessi sempre pronto ad arrendersi.
    Io sono qui. Ma questo tu lo sai. E ci sarò anche quando non mi vorrai, magari mi metto in un angolo e aspetto.

  3. Rudiae ha detto:

    Perché definirsi? Perché cercare un’identità a tutti i costi?
    Oggi leggiadra farfalla, domani pesante ancorato elefante o statica inerme roccia.
    IO sono costantemente PERSA…
    è il ritrovarMi che mi inquieta!
    rilancio con un angolino da me tutto per te: quando vieni a smarrirti un po’ qui?!

    bacioConInvito

  4. anonimo ha detto:

    tu sei un fiore e sei una farfalla, tu sei un’anima che si pone troppe domande.
    Ritrovati tra le mie braccia saprò tacere.
    (e cancella il commento se vuoi)

    xxxmarcoxxx

  5. ArepoSator ha detto:

    Sono in perfetta sintonia con il pensiero di H. Hesse.
    Sereno inizio settimana.

    Gianni

  6. ranafatata ha detto:

    A meno che tu non abbia fretta di ritrovarti, prenditi tutto il tempo che vuoi, no? Nella ricerca, si scoprono un sacco di cose…

  7. anonimo ha detto:

    Mettiti seduta e aspetta, prima o poi ti tornerà in mente chi sei e dove stavi andando.

    -Ombra-

  8. Solitaire ha detto:

    Se scopri un sistema per ritrovarsi fammelo sapere, mi sono smarrita pure io.

  9. irazoqui ha detto:

    ciao, bambina sperduta.

  10. anonimo ha detto:

    Hesse lo adoro…
    appartenere al tutto e sentirsi parte di tutto.
    Fantastico
    un bacio Principessa
    Patri

  11. sherazade2005 ha detto:

    A volte la bocca si secca ma sono i pensieri che non riescono a fondersi.
    Mettere un po’ di spazio tra me e tanto vociare mi serve per non inari-dire.

    Come puffetta intimorita resto ancora un po nel mio lettuccio.

    sherazademutolaMENTEtace

  12. arietta ha detto:

    Farfalla dalle ali di vetro soffiato…questo sei….ma in certi momenti diventano di ferro soffiato…leggere ma rigide.
    Shera dolce tutto passa. Sempre.
    E’ una legge uguale per tutti e tu sei brava ad aspettare che il vento si plachi….però mi manchi, mi mancano i tuoi colori, i tuoi palpiti e l’ombra delle tue ali.
    E io ti aspetto……

  13. avante ha detto:

    se basta un niente a mettere in moto i nostri tristi pensieri basterà un niente a scacciare lo stormo dei pensieri tristi(pressapoco diceva così Benedetto Croce) e non c’è nulla che possa impedire il primo e lasciare spazio al secondo, shery meglio avvalerci del dono di di entrambi .
    A chi non capita certe mattine di svegliarsi con una punta di amaro senza sapere il perchè e l’orizzonte si colora immediatamente grigio ed altre in in cui tutto appare primaverile . In queste condizioni si può scegliere di volare bassi o perdersi nei cieli. Se la tristezza del * si ma cosa* può educare alla cautela alla riflessione anche il *si ma cosa* nella gioia può altrettanto generare entusiasmo ed azione. Sarebbe un bel guaio se fossimo sempre sotto un’unica-totalità d’insegna.Meglio il dosaggio dei tempi che ci regola ora dal troppo pessimismo ora dall’illusione dei troppi bagliori , in fondo l’opposto dei sentimenti è il sale del mistero della nostra vita . Non credi?

    il brucoavantino 😉

  14. Rudiae ha detto:

    “l’opposto dei sentimenti è il sale del misteri della nostra vita”…
    cito Avantè e pigramente sottoscrivo!
    bacioStiracchiato
    (bellino il video farfalloso…!)

  15. sherazade2005 ha detto:

    Non voglio e non posso apparire scortese.

    forse ad uno ad uno…un caffè?

    sheratempomoltonovoloso

  16. romanticaperla ha detto:

    Smarrirsi, perdersi, ritrovarsi.
    Perdersi nelle stelle più alte mentre dormi nel buio della notte accarezzarne i contorni e sorridere del nostro potere fantastico di trasformarci.
    Baci vany.

  17. avante ha detto:

    il caffe lo accetto , però se non dormo, so con chi pigliarmela.

    duetreoforsediecicucchiainidizuccherino

  18. arietta ha detto:

    Per me con cuore di panna…si può?

  19. anonimo ha detto:

    Io a quest’ora prenderei solo la correzione…

    Ciao!

    Marcodall’alcoliconordest

  20. KatherineM ha detto:

    Scusa se sono latitante e se sono poco pertinente ai vari post, ma non ho la testa in questo momento…sono immersa in problemi familiari che mi portano via praticamente tutto il mio tempo e, quando riesco a trovarne un po’, non riesco a concentrarmi su quello che leggo…
    E’ un periodo un po’ così..speriamo passi1
    un abbraccio, amica farfallina!

  21. arietta ha detto:

    Ne vorrei un altro…si può? E poi vorrei riaverti, che mi manchi.

  22. sherazade2005 ha detto:

    Forse è un po’ tardi ma oggi il sole era davvero tiepido.

    Perchè domani non venite a sedermi con me?
    Una sangrilla?
    Una semplice macedonia?

  23. Soulboarder ha detto:

    Aurora carissima, vorrei arrivare lì con una torcia e riuscire ad illuminare i tuoi dubbi. 🙂 E non perché io non ne abbia… tutt’altro. Sai bene che più si pensa e più si va in profondità. E più profondi si va e meno luce si trova. Tu mi sa che sei scesa troppo, come a volte accade a me. Credimi, anche Hesse finirebbe per dirti che sei una bella persona, ecco cosa sei! :-))) Aloha

  24. Medicineman ha detto:

    ma…ma sono ancora in tempo per il caffè? No, perchè mi ero perso. L’invito per li cafè appunto 🙂

  25. sherazade2005 ha detto:

    C’è un bel sole, mail sole è quello che viene dalle testimonianze di voi tutti.
    ci vorrebbe…una giornata al mare.

    Ma Mr: Soul è in montanga, Mad e Arietta e AAA è meglio pensino alla
    triplice avventura del loro voto (che non sia di castità).
    E poi al nord Kathy ha un po’ di problemi seri mentre ilprofondo nordEst come un pensolo va e viene.
    Patti cara dicui non mi sento principessa (xil momento), Ru che
    qui, insomma, è qualcosa di piu’
    Iraz che apostrofa una bambina
    che ha il fazzoletto della nonna,
    Vany, lei si, manda baci che arrivano,
    Ranuccia che giu’giu’ ni aspetta per istruirmi e andando ancora a piu’ ritroso Areposator spesso inaspettato ma al mo giusto.

    per Voi tutti Ancora Hermann Hesse

    “Io ti chiesi perché i tuoi occhi
    si soffermano nei miei
    come una casta stella del cielo
    in un oscuro flutto.

    Mi hai guardato a lungo
    come si saggia un bimbo con lo sguardo,
    mi hai detto poi, con gentilezza:
    ti voglio bene, perché sei tanto triste.

    H.Hesse

    Sheraintermittenza

  26. Rudiae ha detto:

    Buona settimana con un sorriso e un abbraccio e, perché no, anche un bacio.

  27. sherazade2005 ha detto:

    Essiii
    vabbe’ Rurururu :=)

    e chi più ne ha più ne metta, diciamo
    cosi’ che non pesano e son graditi, magari me ne tengo anche per dopo
    …dietalunch.

    sherchefreddogrigioso

  28. romanticaperla ha detto:

    Dolce pomeriggino
    vany

  29. madkaine ha detto:

    prima di tutto…. BAU BAU BAU !

    secondo…. COSA E’ TUTTO QUESTO ROSAAAAAAAAAA! eh eh …

    terzo… beh sono disperso anche io… lo sai. il bello è per te spero tanto sia solo passeggero… il mio è uno stato esistenziale stabile.

  30. sherazade2005 ha detto:

    baubaubau della serie torna a casa Lassi (masculo era!)

    Rosa fa tanto confetto :=)
    Il bello è che sei un uomo generoso e che bisognerebbe che lo fossi anche con testesso.
    Sei mio amico da tanti anni ormai e non dispero di vederti cambiare il tuo esistenziale stabile. E ci riusciro’.
    E’ una promessa/vendetta.

    sheralchy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...