Repetita? chissa’ se ..

L’antefatto.


Tra i libri, a Natale, mio fratello ‘grande’ verso il quale  ho un rapporto di ammirazione sperticata mi ha regalato “La Principessa di Cleves”.

Il caso vuole che io ne abbia ben due copie e quindi – la mattina dopo, in separata sede – gliel’ho detto e con grande stupore lui ha ammesso (ed io scoperto) che non lo aveva letto.

Dunque oggi, tornata in ufficio sono andata a spulciare nei post di Alchimie e.. insomma ripropongo la recensione di allora e, di nuovo, a chi non lo conoscesse io segnalo questo libro con la  mente e col cuore.

 

notturno

 

 

16 marzo 2005

Come nasce la mia e-mail: la_principessa_diclevs@…

Scrittrice di ‘grande sobrietà e purezza stilistica’ , Madame de la Favette con “La principessa di Clèves” pubblicato nel 1724, ‘inventa’ il primo romanzo psicologico moderno.

Lessi questo libro  tanti anni fa  pensando ad un libretto alla Lyala,  scoprendo che era altro apprezzandone il contorno storico, l’analisi spietata e nello stesso tempo frivola che emergeva dalle descrizioni di ‘una’ che alla Corte era di casa.

L’ho riletto recentemente  perché un’amica, conoscendo la mia  grande considerazione per la scrittrice Rosetta Loy,  me ne ha regalato una copia con una  profonda introduzione storico-sociale  temi che fanno parte del lungo percorso di Rosetta Loy.

In breve. Alla corte di Enrico II di Francia, viene presentata Mlle de Chartres. Se ne innamora il principe di Clèves che la sposa. La giovane principessa prova per il marito solo stima, ed è irrimediabilmente, attratta dal duca di Nemours.  Impone a se stessa di dominare  i propri sentimenti ma dilaniata (non scordiamoci che siamo in pieno romanticismo) e terrorizzata dal progredire della passione la confessa al marito. Il principe, in preda a grande gelosia,  vuole però conoscere il nome del rivale. Distrutto nell’animo, muore di dolore seppure nella certezza che la moglie non l’ha mai tradito. Passano i mesi, la principessa Di Cleves, rivela  a Nemours il suo segreto. Lui vorrebbe sposarla. Lei rifiuta  nettamente perchè  il “dovere” e la “preoccupazione del suo riposo” le impediscono di compiere quella scelta.

Cosa mi rende questo libro caro e importante? Sicuramente il parallelo che leggo nella mancanza di valori, sia  ‘ieri’ che  ‘oggi’,  dove l’ “io” prioritario  fagocita e prevarica  tutto.  Ne leggo e condivido, per opposto,  la capacità dolorosa di questa giovane fanciulla/donna 16cenne a salvaguardare  la sua dignita, nel  rispetto della parola data e soprattutto di se stessa, a discapito dell’amore profondo che l’anima. Ne valuto la determinazione con la quale sacrifica, ormai  libera, i suoi sentimenti pur sapendo che il contesto sociale di quella corte  ‘scostumata’  l’avrebbe sicuramente appoggiata e assolta, in nome della casta e dei soldi, con la sola pena di qualche ‘pettegolezzo’ salace. Questo è incredibile!  Allora, il messaggio che mi invia  e mi affascina è che   “a noi stessi, e nel rispetto dei  sentimenti  altrui,  che dobbiamo rendere/tenere conto”.  Grande insegnamento. Una strada da perseguire, tutta in salita.  B

 

 

 

Annunci

22 thoughts on “Repetita? chissa’ se ..

  1. anonimo ha detto:

    Abbagliato da questo verde Padania più che PD (a parte che mi sorge un dubbio: che sfumatura ha il verde PD? è verde pisello? verde acqua? non dirmi verde marcio) approfitto di questo tuo excursus letterario per dirti che proprio ieri ho pensato a te riguardo la letteratura femminile. Guardando il piano delle uscite dei libri di poeti del SOLE24ORE contando ho trovato 22 poeti e 2 poetesse.

    MarcochenonhalettoMadamedelaFavette

  2. sherazade2005 ha detto:

    Marco66

    intanto mi hai pensato e non è poco :=)

    Per il resto si avvalora la tesi di un mercato maschilista.
    Vorrei toccare con mano quanti dei 22 hanno titolo ad essere pubblicati e, viceversa – ma non si puo’ fare – quante autrici lo avrebbero.

    Sai? io invece ho rispolverato “Attenti al lupo” di Dalla:=) :=) :=)

    sheracheilsoleladietalafannoscemunire

  3. sherazade2005 ha detto:

    Green green green

    shergreen

  4. Solitaire ha detto:

    Il romanzo di Madame de La Fayette è mirabile. Così come lo sono queste due pellicole che ne traggono ispirazione, sia pure in modi ed in epoche diverse.

  5. sherazade2005 ha detto:

    solitaire mia cara

    sono terribilmente in colpa conte.
    Mi ero ripromessa di scriverti e poi non volendo essere ‘fuggitiva’ ho
    sempre rimandato.
    Ti prego perdonami.

    Conoscevo la versione Fraco-italiana
    ma non sono riuscita a procurarmela nè l’ho mai vista (che trasmette la tv oltre ‘via col vento’?).

    Ti abbraccio forte e “Buon fine anno passato”

    sheracolpevolexeccessodidesiderio

  6. sherazade2005 ha detto:

    uffffff

    è saltata una parte del testo che rigarda il film di De Oliveira che non ho visto perchè a roma rimase pochissimo – non so non mi interessava (o avevo altre priorità) e fu subito tolto.

    un bacio

  7. sherazade2005 ha detto:

    ma splinder??

    niente testo dinuovo. De Oliveira non l’ho visto e non so perchè.

    corro via

  8. anonimo ha detto:

    Si è proprio verde PD 🙂

    Ciao!

  9. anonimo ha detto:

    “a noi stessi, e nel rispetto dei sentimenti altrui, che dobbiamo rendere/tenere conto”.

    Rispetto in primis verso di noi e senza dubbio anche verso il sentimento comune altrui, gesti e parole che rispettino e rispecchino una lealtà di cuore e per/nel prossimo .

    Principesssssssssssa!!!! ma ti sei fatta tutta rosa??? :PPPPPPPPP
    Patri

  10. aglajaGE ha detto:

    Dal film di Manoel de Oliveira, una delle due pellicole che Solitaire linka,
    traggo il seguente frammento.
    Mademoiselle de Chartres, diventata moglie di Cléves, confida a una sua amica suora: «Possiamo controllare i nostri sentimenti, non evitarli».

    Vero. Vero. VERO.

    A.

  11. anonimo ha detto:

    Dolce dolce grappolo di sentimenti
    così profondi da lasciare senza fiato.
    Sei un vaso di Pandora che rilascia i suoi
    preziosi pensieri.

    xxxmarcoxxx

  12. Rudiae ha detto:

    … e quant’è ripida ‘sta salita!
    Rendere conto a sè è così paradossalmente difficile.
    visto che ormai c’hai tre copie, che ne dici di allungarmene una?
    bacio sonnecchiante

  13. sherazade2005 ha detto:

    Pattiboo :=)

    come sai sono una mielosissima
    romantica ‘depiste me’.

    ur princess

  14. sherazade2005 ha detto:

    AgljFarfalla

    ‘i nostri sentimenti’ ma quando ci prendono nella loro vera essenza la “passione”
    succede ben altro.
    Che fare?

    Penso che tornerò con un altro post.

    SheraBaciosoleggiato

  15. sherazade2005 ha detto:

    Rururud

    parra’ strano (ma se mi conosci non credo) ma rendere conto a me stessa in primis è un esercizio che faccio anche troppo spesso e davvero non è facile.

    NON ho tre copie del libro, a mio fratello l’ho regalata! e lui ora mi deve un libro.

    Per te..per te..che sei la mia passione io…c’è il mercatino e cercherollo!

    baciodolcezzadizuccherovelato

    sherinsherellavitaè…come?

  16. romanticaperla ha detto:

    Davvero bella la sintetizzazione del romanzo da te messa in evidenza.
    Molto brava la Principessa Cleves che nella sua lealtà ha confessato al marito le sue emozioni.Un animo davvero puro e pulito.

    Direi proprio da leggere.

    Buon pomeriggio vany

  17. sherazade2005 ha detto:

    CaracaraVany

    Noooooooooo!
    I pasticcini noooooooooooooo :=(
    sto sbocconcellando – cercando di farlo durare all’infinito – un minuscolo paninetto al latte.

    …vabb’ un bocconcino non mi fara’ poi cosi’ male.

    baciozzoshery

  18. paolozippo ha detto:

    Io mi sono dato ad Harry Potter.. So che non è il massimo.. ma me lo sonoletto in due giorni.. e mi è pure piaciuto.. Sto male ?

  19. sherazade2005 ha detto:

    Zippi

    Male? maddai c’è un momento per tutto. Certo è che La Principessa
    in due giorni non l’avresti letta. Non perchè sia lettura ‘pallosa’ ma per meglio assaporarla.

    Avanti con brio

    shera

  20. irazoqui ha detto:

    alice? libero?
    eh…principessa…?

  21. sherazade2005 ha detto:

    iraz

    ?, ? e ? ancora qualche dubbio?

    sheraspettadipoterti(s)chiarire

  22. Simonedejenet ha detto:

    Un romanzo che leggerò. Le premesse sono coinvolgenti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...