Amicizia. Un bene inalienabile

 

sottotitolo : "IN BLOG(GERS) WE TRUST"

 

Quando si parla di Amicizia un po’ sconsolati ci si riferisce e si guarda sempre al passato come se ai nostri giorni questo sentimento così profondo,  simbolicamente più tenace dell’amore, non sia sopravvissuto né ai tempi né al contesto socio-culturale in cui viviamo dove, inversamente proporzionale alla crescita di benessere, diventa difficile, forse addirittura impossibile,  creare un rapporto vero, basato sul disinteressato , sulla condivisione, sul  “dono” di sé.

In questi giorni va molto di moda citare il Rapporto Censis e il termine ‘mucillagine’ o “società melmosa” coniati dall’ottimo De Rita. Individualismo, esaltazione del sé, insomma quanto è bello pascersi nel quanto è tutto brutto sempre più brutto.

L’Amicizia però, quella vera, quella radicata nel profondo, quella che tesse legami invisibili tra le persone, e  nulla chiede, esiste ancora. E’ un bene inalienabile. Sfugge persino al blocco degli autotrasportatori. Circola liberaMENTE/CUORE/ANIMA. Io ci credo.

E credo che, fortunatamente, ora, anche noi donne si sia piano piano imparato ad essere ‘sorelle’ nell’amicizia e che questa riscoperta capacità  nel riconoscersi sia la vera forza sulla quale confrontarsi e affrontare certi aspetti al femminile del quotidiano.

Mi mette molto tristezza frammista a rabbia – come ho  letto su alcuni blog e sento confermato un po’ ovunque – che delle giovani ragazze parlino dell’amicizia (impossibile e falsa tra donne, posssibilista con i maschi)  in termini così poco lusinghieri  vanificando la fatica di un cammino assai lungo,  all’interno del movimento femminista, e comunque in un processo di "autodeterminazione" che ha indirizzato le sue forse a mettere in contatto – finalmente senza antagonismi – il pensiero e  la costruzione della ‘sorellanza’.

Sicuramente sono stata fortunata – ma anche ho cercato di essere attenta e sensibile nei rapporti.  Il mio gruppo di amiche (ovviamente con delle naturali distinzioni) è coeso, il nostro incontrarci (ohohoh non pensate a qualcosa alla Sex and the City!), venirci incontro e  confrontarci ci aiuta ad essere meno pessimiste e la condivisione  ci rende più forti e spesso meno vulnerabili. Ma soprattutto è stimolo per ‘fare cose, vedere gente..’,

E alle/agli irriducibili che riconducono tutto all’AAA-more (e che senza un uomo o una donna nel letto si sentono menomate/i)  vorrei ricordare che tanti amori vanno e vengono, scemano di intensità o si traMUTANO in odio ma un’amicizia vera – come un diamante purissimo – “è per sempre”.

 

 

 

Non fermatevi alle apparenze..non è una sfilata ma la manifestazione di un granse cuore rosso :=)

 

 

Annunci

49 thoughts on “Amicizia. Un bene inalienabile

  1. sherazade2005 ha detto:

    Per non risultare troppo prolissa aggiungo quiquoqua:

    “Sotto alcuni aspetti la concezione di amicizia che si aveva nell’antichità non è poi così diversa da quella che abbiamo noi oggi.
    E interessante la classificazione che Confucio fece elencando cinque tipi di relazioni interpersonali: la relazione fra imperatore e suddito, quella fra padre e figlio, la relazione fra uomo e donna e quella fra fratello maggiore e fratello minore. Queste quattro relazioni sono di tipo gerarchico, fra superiore ed inferiore. Ed infine vi è una quinta relazione che avviene fra uguali, non è gerarchica, ed è l’amicizia.”

    sherachelamicizialeriscaldailmondo

  2. anonimo ha detto:

    Bella la definizione di Confucio, incentrata sulla gerarchia….. ma anche quella tra uomo e donna al giorno d’oggi non è più di tipo gerarchico..

    Ciao!

    Marcochesiaccontentaegode

  3. Heteres ha detto:

    Ciao..bel post…letto di un fiato…ho aperto un blog anche qui..e dovrò decidermi dove stare…ti abbraccio Giovanna/ giossi

  4. sherazade2005 ha detto:

    gerarchie forse no ma ‘forse’ (dico no senno’ mi dai della femminista ad oltranza) ancora un po’ a compartimenti stagni.

    Marcu’ cerca di distrarti ‘sti giorni :=), vai per negozi, gioca con Pietruzzo ma…aktung lontano dalla signora :=)

    shery

  5. sherazade2005 ha detto:

    Cioa Giossina

    benvenuta. peccato per Bloggers ma anche PaoloZippo con tutto che ne ra quasi un fondatore ha dovuto migrare. Che strano.

    sherAlchy

    Un bacione grrande sherAlchy

  6. Soulboarder ha detto:

    Davvero un bellissimo post sull’amicizia di sorellanza. E sono sicuro che tu sei riuscita a costruire e tener saldo questo legame. Personalmente non posso dire di averlo visto realizzato molte volte. Stanamente le donne, più degli uomini, tendono a covare invidie e gelosie tra di loro. Sentimenti che alla lunga indeboliscono qualunque legame. Ci vuole testa, ci vuole cuore per superare queste cose e tu hai entrambi. Forse per le giovani ragazze tutto questo è troppo impegnativo, stancante e trovano parecchio più semplice sfiatarsi tra loro e filare bene con un partner. Mi rendo conto, come dici tu, che si perdono qualcosa! :-)) Aloha

  7. Rudiae ha detto:

    Tornata alla grande!!!!
    mi riempie il cuore leggere le tue parole (chissà perché??)

    “…la riscoperta capacità nel riconoscersi sia la vera forza sulla quale confrontarsi e affrontare certi aspetti al femminile del quotidiano.”

    …è sacrosanta verità, è piacere di condivisione, è gioia dell’incontrarsi, è magia dello scegliersi.

    E’ cercarsi per un conforto o per una risata e scoprirsi diversissime ma in sintonia per chissà quali alchimie! Alchimie Perfette forse!

    BaciDaStrapazzamentoFeroce!!!

  8. Rudiae ha detto:

    dimenticavo…
    benvenuta a Giossi su questa piattaforma!

  9. avante ha detto:

    questo blogghino va trattato punto per punto 😉
    *creare un rapporto vero, basato sul disinteressato , sulla condivisione, sul “dono” di se*.

    Vero è che l’amicizia è un’elevata forma di legame in cui due personalità affini allacciano e mantengono liberamente un legame di comunità però fondare un legame sul disinteressato non è di questo mondo,e meno male.L’interesse non guardalo sotto l’accezione che volgarmente gli diamo , tale atto lo reput onobile e serve a tenere a bada l’amor proprio che è amor proprio e amor di se, il disinteresse ci rende idolatri di noi stessi e tiranni degli altri se avessimo la fortuna di possedere dei mezzi.

    ‘mucillagine’ “società melmosa” mettiamoci shery pure *poltiglia di massa* .
    l’ottimo de rita non sarebbe il caso di citarlo in giudizio per plagio?non per tirare acqua al mulino oltre tevere ma i vescovi italiani (apriti cielo)nella 44 settimana sociale, ed in tantissime altre occasioni che adesso non cito,cosa hanno detto?

    Sorellanza?
    shery c’è un pressing continuo per l’identità di genere,ci vogliono piazzare il gender in barba alla costituzione che parla di uomo(fratello) donna (sorella) e di sesso,lo vogliono fare entrare dalla finestra ci stanno imponendo una neutralità di giudizio,e tu mi parli di sorellanza?

    *E alle/agli irriducibili che riconducono tutto all’AAA-more (e che senza un uomo o una donna nel letto si sentono menomate/i)*

    questa shery è una situazione un po’ diversa se qui entrambi non si sentono menomati la loro compiutezza d’unione di vita è pressapoco fallita. é nella logica del persorso quotidiano mutare,evidentementese possiamo vantarci di possedere la responsabilità , allora i mutamenti si possono calvare senza pericolo di essere scartati.

    penultima cosa—

    *un’amicizia vera – come un diamante purissimo – è per sempre*. vero!
    Ultima cosa, questa l’aggiungo io:

    L’amicizia vera è come un diamante teme la prova del fuoco.

    Opss shery lo sai che fa freddo pure qui? ;=)

    giufo ..le invide le covano tutti con la stessa intensità solamente che alcuni sono maestri nel camuffarle

  10. sherazade2005 ha detto:

    Sai Mr Giufo?

    con grande superficialità si parla di amici e di amicizia, ci si bacia e ci si abbraccia troppo ed io spesso mi sottraggo perchè non amo le smancerie.

    Tu dici che le donne tendono ad avere tra loro problemi di rapporti.
    Io che all’apparenza potrei sembrare egocentrica ho prevalentemente
    amiche (tre dei miei vent’anni e altre 2 degli ultimi anni.)
    Un unico amico fraterno.
    Credo, infatti, che un’amicizia tra i due sessi non posssa esserci se non si è chiarito e placato il desiderio
    dell’ “altro”.
    Pero’ poi c’è il “gruppo” che non ha a che fare con l’amicizia intima ma definisce una appartenenza.

    “IN BLOG(GGERS) WE TRUST”

    Un abrraccio circolare giu?

    sheranotturna

  11. sherazade2005 ha detto:

    rururud

    nell’amicizia tra donne c’è anche complicità.
    Chi meglio di una donna conosce i meccanismi (possibili) di un’altra donna?
    Ma anche certe peculiarità. e quindi
    se nasce un’amicizia è ancora piu’ preziosa.

    sheralsapordisonnolenza

  12. sherazade2005 ha detto:

    ps per Giufo

    nel mio osservatorio lavorativo prettamente maschile bene, ti
    posso assicurare che gli uomini tra loro sono davvero grandiosi nel
    “farsi le scarpe” vicedevolmente, in un continuo “chi butteresti dalla torre?” e cosi’ via dicendo.

    ariciao

  13. arietta ha detto:

    Io penso che l’amicizia quella vera, quella speciale non la si imposti. Viene fuori così, giorno dopo giorno che neanche te ne accorgi.
    Io le mie amicizie non le ho scelte, mi hanno raggiunto, accompagnato, sostenuto, arricchito. E sono diventate l’aria che respiro. In certi periodi la frequentazione è meno assidua ma senza quell’aria non potrei campare. Ho avuto un amico uomo. Una sorta di fratello conosciuto che ero una bambina. Ci siamo vissuti per tutta la vita. Poi la morte me lo ha portato via. E’ il solo uomo amico che ancora ho…
    Una bacio dolce shera

  14. sherazade2005 ha detto:

    Arietta cara,
    sfaccendando e sedendomi di tanto intanto.

    il presupposto dell’amicizia – appunto – nasce spontaneo ed è frutto di alchimie/tue ma, come la rosa del Petit Prince – poi va curata e con amore. E come ogni amore non è scevro da pericoli.

    Senti ma il ‘dolce’ della firma sta con shera o con bacio :=)

    sheraricambiadolcebacioadolceArietta

  15. arietta ha detto:

    Il bacio era per la dolce shera…e andando in giro per il web mi sono imbattuta in questa gif e ho pensato a te e a bollo…

  16. Adriano65 ha detto:

    Penso che nn si possa essere amici di qualcuno che sta “sotto” o “sopra” di noi. Intendo in senso gerarchico. Amici si è solo in una situazione di completa orizzontalità dei rapporti. Per questo è difficile un amicizia in senso vero.
    Adriano

  17. Soulboarder ha detto:

    Carissima Aurora, certamente non sono io ad essermi sognato che tra donne non corre spesso buon sangue. E con questo non intendo mica tracciare una riga e dire che gli uomini tra loro non sono pronti a mordersi… solo che lo fanno in tutt’altro modo e per altre ragioni. Ragioni che, beninteso, non li giustificano mica! Volevo solo rimarcare quello che anche tu hai letto su molti blog di ragazze e cioè che c’è una specie di rivalità naturale, direi quasi animale, tra donne. Qualcosa di istintivo insomma. La tua personale esperienza è sicuramente splendida ma immagino tu sappia quanto sia rara e preziosa oggigiorno. Questo per quel che riguarda la “sorellanza”, parola che tra l’altro mi fa venire in mente “Dune” di Herbert… ma queste sono curiosità letterarie! :-))) Aloha

  18. aglajaGE ha detto:

    Letto il tuo post, mi accingevo a commentare. Poi mille pensieri e ricordi mi si sono affastellati nel mio stanco cerebro e troppe cose volevo scrivere. Sospendo il giudizio e torno domani.

    però un bacione, sincero!, te lo voglio lasciare 🙂

    A domani 🙂

    A.

  19. nesia ha detto:

    Beata te che hai potuto fare queste esperienze in maniera positiva. Per me le vere amicizie durature sono e rimangono quelle con il mondo maschile.saluti nesia

  20. romanticaperla ha detto:

    E’ vero l’amicizia dura x sempre.
    Ho un’amica da sempre ci rispettiamo e ci litighiamo dicendoci sempre ciò che pensiamo.
    Stiamo arrabbiate un giorno,ma poi torniamo a correre e a frequentarci come se nulla fosse e stiamo sempre bene.
    Il segreto penso sia il nostro dirci tutto il bello ed il brutto.

    Vany:)

  21. Rudiae ha detto:

    Buongiorno di Bianco Natale…

    Quanta neve tesoro, tanta bianca soffice neve.
    Tanta fresca immacolata neve…

    eppure, nonostante non sia ancora ghiaccio, si scivola su lastre di luoghi comuni e si cade in calderoni generalisti.

    Posso??? Mi permetto???

    In un IPOTETICO MONDO di invidie e gelosie prettamente femminili (gli uomini si invidiano il lavoro e le donne si invidiano le tette e le borsette griffate…mi pare d’aver letto tra le righe) e di amicizie solo possibili in rapporti orizzontali (sarà una metafora del sesso?…chissà!!!) mi permetti di alzare il ditino mignolino della tazzina di caffettino mattutino e di esclamare OH MY GOD!…???

    (però mi vien meglio dire SORTE NOSCIA, perché son rustica e esprimermi nel mio vernacolo mi dà più soddisfazione!)

    Ognuno porta il suo vissuto, la sua esperienza… e mi par cosa buona e giusta.
    Però io che son FEMMINA mi sento un tantino chiamata in causa.
    L’invidia è probabilmente il sentimento che in assoluto non guarda in faccia nessuno…
    conosco uomini che si dopano per vincere gare amatoriali o per sopraffare l’avversario nella partitella tra scapoli e ammogliati, ho sentito uomini CALUNNIARE con il sangue agli occhi altri uomini e le loro compagne, ho visto uomini sbiancare in volto per un macchinone con accessori vari tra cui una biondona super figa…. e l’elenco potrebbe andare molto molto oltre.
    Ergo non mi pare affatto ci siano differenze tra i due (tre/quattro) sessi…

    “Rapporto orizzontale”: come si stabiliscono le gerarchie al di fuori del mondo del lavoro???
    Bisogna chiedere a chi si incontra titolo di studio o esami clinici per accertarci che scorra sangue blu o celestino nelle vene del futuro ipotetico amico ???

    Son convinta di NON essere una rarità, eppure ho amiche carissime che svolgono le più disparate professioni (a livelli diversi), che hanno età diverse, che sono donne BELLISSIME, che hanno le origini varie… e azzardo l’ipotesi che il segreto è proprio lì, nella diversità nel piacere di confrontarsi e quindi arricchirsi.

    Bisogna avere una gran fortuna per incrociare il proprio cammino con quello di chi diventerà poi amico vero… ma è fondamentale non avere pregiudizi di sorta.

    un abbraccio fortissimo per riscaldarci un po’!

  22. sherazade2005 ha detto:

    Buongiorno,

    buongiorno di sole romano, di colazione ‘guduriosa’, di caffe’
    sorbito come ultimo buon sapore.

    Buongiorno di pigrizia, con l’onda quasi bionda a coprire l’occhiale quasi appannato che serve per
    toccare i tasti e non per vederVI.

    Buongiorno agli amici ed ai viandanti che sostano e ci portano il loro
    contributo.

    Buongiorno anche a chi non se la sente e guardicchia nascosto con una punta di “posso o non posso?”.

    Buongiorno attraverso la grata merlettata della mia camera da letto,
    dalla mimosa che segue il vento e si piega e quasi accarezza i passanti.

    Buongiorno a questo gioco che ci ritrova insieme ed insieme è sempre
    troppo poco.

    sherancoratralenuvoletroppodebolexdisquisire

  23. sherazade2005 ha detto:

    @ Adriano

    Mi è sembrato interessante riportare il pensiero di Confucio: “Ed infine vi è una quinta relazione che avviene fra uguali, non è gerarchica, ed è l’amicizia.”
    Io direi di piu’ l’amicizia e’ ACCETTAZIONE dell’altro punto e basta.
    E sono in disaccordo con te perché sulla mia esperienza diretta (diciamo pure trentennale) 3 amicizie esistono e sono molto forti.

    E qui ha ragione

    @ RomanticaPerla:

    perché l’amicizia è anche accapigliarsi, dirsi cose terribili e metabolizzarle. Ritornare a guardarsi senza chiedersi scusa. Grazie Vany della sottolineatura.

    sherasvegliatasidaunlungopoltrire

  24. sherazade2005 ha detto:

    Mr Soul

    un autentico capolavoro. Grazieee!
    Dal nulla immagina e descrive un pianeta intero, il suo ecosistema, le abitudini sviluppate dai suoi abitanti per sopravvivervi, le sue tradizioni, religioni, dispute politiche, la sua evoluzione…
    Un libro, anzi una saga da leggere avidaMENTE!

    brrrrrrrrrrchenevesidicesuimonti

  25. sherazade2005 ha detto:

    Mia cara rururud

    Vorrei dire che a mio giudizio ogni sentimento – in positivo o negativo – non è proprietà o prerogativa di un sesso o dell’altro.
    Direi piuttosto che viene interpretato diversamente e con modalità differenti.
    ma è nello stupido/stupito immaginario collettivo che si fanno sommarie attribuzioni.
    Credo anche che l’amicizia non nasca su delle regole precise: nasce e basta nei confronti di qlc speculare o spesso no al nostro pensiero. E in questo come l’amore “è” e tanto basta.

    “Tutto il resto è noia” canta il grandissimo Califano

    bacichesoncioccolatabollente

  26. sherazade2005 ha detto:

    Nesia!
    Che peccato (o fortuna?)

    Un abbraccio

    sheratraledonne

  27. Heteres ha detto:

    ho messo la stessa pallina natalizia su il blog di libero..sono una blogger inquieta..ma credo che mi trasferirò qui…hai ragione se ne sono andati in molti…e la sorellanza riempie il cuore anche quando il letto è vuoto…però come si dorme bene spaparanzate!!! ^___^ un abbraccio Giossi

  28. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more (no answer yet)

    Utilizzo anche io il tuo metodo per

    a) insistere sul disinteresse che nutre e salda il rapporto dell’amicizia che non è necessariamente il risultato di affinità quanto di compensazioni reciproche. Quello che ci riconferma Rudina

    b) Il mio ‘ottimo’ era un po’ ironico: De Rita nasce democristiano :=)

    c) Non mi interessa l’identità di genere quanto il sodalizio ‘tra’ donne

    d) Non ho afferrato il concetto e sottolineo il mio: si puo’ (e si deve sapere) vicere senza AAA-more perché i rapporti amicali e interpersonali devono (e possono) supplire ampiaMENTE questa ‘sventura’.
    Il quadro generale rimanda a uomini e donne isolati e frustati dal loro non potersi identificare in una ‘coppia’.
    Ovvero per fare una citazione letteraria dall’indicatissimo titolo di un bel libro di Catherine Dunne – La metà di niente.

    e) Bene ho capito: niente diamante della tua AAA-micizia per me :=(

    sheryperattivasulfardellasera

  29. perritrovarti ha detto:

    E’ vero quanto scrivi… ed anche molto bello… ma forse speriamo sempre che anche l’amore, prima o poi, possa, come un diamante, essere per sempre… ma forse non è così

  30. ranafatata ha detto:

    “Lo sai che cos’è l’amicizia’ credi che sia un sentimento più tiepido, che si accontenta degli avanzi e di qualche piccolo, inevitabile favore reciproco? L’amicizia, per me, è anche più forte e più esclusiva dell’amore… solo che è meno teatrale. Anche l’amicizia conosce la gelosia, l’aspettativa, il desiderio…”. La citazione è tratta da “Lasciami sola” di Marcelle Sauvageot (te lo consiglio, se non lo conosci già: è un librettino che si legge in un paio d’ore, ma di un’intensità sorprendente). L’amicizia tra donne è sicuramente la più bella e “spassionata”. Come mi disse una volta un amico, l’amicizia tra donne e uomini, invece, è difficile: “deve essere razionale e poco istintuale, un gioco di equilibri tra neanderthal, platone e topolino”. Quand’ero una giovane fanciulla, anch’io preferivo i maschi per amici, forse perché non avevo molti argomenti in comune con le mie coetanee, prerennemente preoccupate di imbellettarsi, vestirsi “da femmine”, “ocheggiare” coi ragazzi, attirare l’attenzione su di sé con escamotage meschini. A quei tempi, ho avuto anche una grande amica, una ragazza con degli aspetti un po’ “maschili” che me la rendevano più “sim-patica”: un’amicizia importante, di quelle che se non fosse esistita, oggi forse sarei una persona diversa. Tante amicizie più “superficiali” negli anni che sono seguiti e, poi, l’incontro con una persona fuori dal comune, che mi è stata amica, mamma, sorella, confidente e che, in questo momento, mi sorride nella testa. Se n’è andata, due anni e mezzo fa, e dire che mi manca tanto, tantissimo, non dà il senso di quello che vorrei dire. L’amicizia è un’esperienza straordinaria, a prescindere dal sesso della “controparte”. Certo, tra donne, esiste una speciale solidarietà e forse ci si intende pure meglio. E poi, non c’è bisogno di mediare tra neanderthal, platone e topolino :-)!

  31. anonimo ha detto:

    Perritrovarti

    grazie del tuo pensiero.
    Certo che l’Amore, come dici tu, sarebbe la condizione ideale ma come in molte (forse poche) altre situazioni ci sono alternative.

    sheragraziegrazie

  32. sherazade2005 ha detto:

    RanaFatata

    Davvero avevo ragione a desiderare il tuo intervento.
    Infatti, anche io sono convinta che l’amicizia non sia affatto “una passeggiata” e comprero’ volentieri il libricino che mi segnali.
    Vedi? Credo che la differenza con il sentimento amoroso stia nella non prevaricazione, nell’onestà intellettuale dell’accettazione. In amore si pensa (ed è il più grave errore) che “l’altro” per amor nostro cambierà, per giungere alla fine a quella orribile frase: “Mi hai deluso.. io credevo che..”.
    Al contrario di te da sempre ho avuto buona sintonia con le mie coetanee..
    A tal punto che al liceo, come un pugno, scoprii da un corteggiatore respinto, che si diceva fossi lesbica.
    Mia madre mi manca come grande contraltare, come confidente, come amica.
    Questo è avvenuto in fase adulta quando finalmente si è sciolto quel nodo ancestrale, quando ho ‘ucciso’ la madre, riscoprendo la donna. E da donna a donna ci siamo scelte come amiche.
    Era una persona eccezionale. Tanto allegra e lieve quanto io sono drammatica e pessimista.
    Una donna di grande bellezza, cultura, lungimiranza. Una donna che non si è mai imposta e che tutto risolveva con il sorriso. Una donna vera. Un esempio per me irraggiungibile ma luminoso.

    Un abbraccio e grazie.

    shera

  33. anonimo ha detto:

    ma un’amicizia vera – come un diamante purissimo – “è per sempre”

    Dovrei aggiungere altro?
    direi di no…sai come la penso, sai che il mio sentire su questo tema è uguale al tuo…e tu in questa frase hai racchiuso quel che vale di più, quel che basta…
    Ti abbraccio e ti stringo forte, la mia dolce Principessa.
    Patri

  34. sherazade2005 ha detto:

    PattiBoo

    siamo amiche di penna da ormai parecchi anni. Un grande amore in comune :il mare,
    un grande rammarico (colmabile) di non poterlo ancora vivere insieme.
    Mi piace il tuo ‘Principessa’ e soprattutto detto da te non è lezioso. Bacione

    ur princess

  35. aglajaGE ha detto:

    Mi ispira il libro consigliato da Ranafatata, così come mi ha colpito il suo commento, per molti versi vicino alle mie esperienze.

    E, come già mi era capitato in passato, non riesco a non commuovermi profondamente quando leggo le parole con cui Shera racconta il suo rapporto -unico e vero- con la sua mamma.

    Un bacio ad entrambe.

    Buona notte

    A.

  36. sherazade2005 ha detto:

    Buonanotte/buongiorno Aglj

    io stessa mi sorprendo ogni volta
    nel ritrovarmi a pensare e scovare in mia madre sempre nuovi tasselli,
    un universo di emozioni e spesso nel gesto istintivo quasi di stizza pensando PERCHE’ non mi abbia ancora telefonato.

    sheraccettaericambiacon2baci

  37. sherazade2005 ha detto:

    Buona giornata a tutti

    TEMPO SULLA CAPITALE soleggiato

    UMORE della scrivana andante velocissimo.

    sherachemammamiachegiornatina

  38. romanticaperla ha detto:

    Non nascondere
    il segreto del tuo cuore,
    amico mio!
    Dillo a me, solo a me,
    in confidenza.
    Tu che sorridi così gentilmente,
    dimmelo piano,
    il mio cuore lo ascolterà,
    non le mie orecchie.
    La notte è profonda,
    la casa silenziosa,
    i nidi degli uccelli
    tacciono nel sonno.
    Rivelami tra le lacrime esitanti,
    tra sorrisi tremanti,
    tra dolore e dolce vergogna,
    il segreto del tuo cuore.

    Rabrindranath Tagore

    Dolcegiorno:))
    Vany

  39. Rudiae ha detto:

    Scarpe adattissime al tailleurino griffato.

    baciAvreiProprioVolutoVederti

  40. sherazade2005 ha detto:

    azzzzzzzzzzzzzz

    se è vero che la’bito non fa il monaco e altrettanto vero che la monaca arrivata a quest’ora almeno gli stivaletti deve toglierseli e fare un bel romantico pediLUVIO.

    sheradatemideLEI

  41. Soulboarder ha detto:

    Sono felice che tu abbia apprezzato il mio fugace accenno ad un libro (una saga, sì ma il primo è veramente un’opera) splendido. E il riferimento aveva il suo bel perché visto che nel romanzo era centrale la Sorellanza Bene Gesserit (casualmente chiamate pure “Streghe” ;-), la via attraverso la quale si sarebbe generato il Kwisatz Haderach. In qualche modo un “femminismo al potere (occulto)”. ;-))) Aloha

  42. arietta ha detto:

    Mia dolce Shera sei un sottile velo d’organza…..

  43. sherazade2005 ha detto:

    Certo che si Giu’

    Dune, scoperto (lo confesso con pentimento) solo dopo Guerre Stellari e a cui mai avevo fatto riferimento. Devo rileggere alcuni passaggi.

    sherastancaffamatanonmuoverebbeundito

  44. sherazade2005 ha detto:

    ‘streghe’ nell’accezione nordica di sacerdotesse illuminate dedite alle
    cure con le erbe.
    Non ‘strix’, uccell(accio) rapace (arpia) :=)

    ciaoooooooooooooooo

  45. sherazade2005 ha detto:

    Arietta

    il comune AAAmico AAA-vante
    non sarà mai ringraziato abbastanza per avermi ospitato sul suo blog permettendomi di ‘scoprirti’.

    sherachepiùgratanonpuò

  46. sherazade2005 ha detto:

    L’Onu
    contro la pena di morte

    alla moratoria universale

    Sheralzailcalice

  47. sherazade2005 ha detto:

    Non capisco nulla mi si taglia tuttoooooooooooo

  48. ranafatata ha detto:

    Be’, se sia ama qualcuno non si dovrebbe volerlo cambiare: perché innamorarsi di qualcuno che non corrisponde ai nostri desideri? Certo, un’affermazione del genere ha un che di teorico, soprattutto nel caso di rapporti che durano nel tempo. Capita, infatti, che il temo passi su ognuno di noi con modalità diverse, facendo crescere nell’uno esigenze che l’altro magari non avverte. E, allora, mamma mia quant’è complicato!
    Magnifica la storia di mamma e figlia che si sono scelte per amiche: un doppio legame che nulla può incrinare; una doppia forza che può vincere milioni di difficoltà.

  49. madkaine ha detto:

    un bacione amicoso… da uno quelli che ogni tanto perde la strada… e poi non ha + ilcoraggio di tornare a casa …
    ma che poi sono sempre rimasti lì… e quindi forse è meno difficile di come sembri…
    (non so mica bene cosa significhi questa frase sai ?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...