Un amore silenzioso, rosso rosso

 Svolgimento

 Il tempo di spogliarmi, e sono corsa a salutarlo.

L’ho trovato bene, molto bene.

Voi penserete che la ‘ville lumière’ mi ha rincitrullita ma non è così.

Lui già c’era nel mio cuore e il suo spazio se l’è conquistato prepotentemente, a pieni polmoni, senza cessa. Gli occhi a palla, puntuti, fissi su di me.

E’ arrivato ospite a luglio e doveva essere solo per un paio di mesi. Si sa, il tempo delle vacanze.

Cartelli ovunque con musi di cani dall’espressione straziante “Non abbandonatemi”.

E lui?

Lasciarlo solo? Un filino di acqua aperta? Morire non sarebbe morto (forse).

Manno’ – io ho detto – in qualche modo lo teniamo noi.

E così messer Bollo si è trasferito, boccia e mangime, sulla lavatrice in cucina.

Un posto riparato, non troppo alla luce, vicino al rubinetto dell’acqua.

La cucina è piccola,  meno di due metri il tavolinetto a mensola dove facciamo colazione, la mia seggiolina e ‘lui’ di fronte a me ogni mattina  che mi guarda.

Il pomeriggio, poi, mentre al lavello preparo la cena, lavo l’immancabile insalata,

i due piatti due di tutti i giorni, ancora Bollo al mio fianco, quello sinistro.

Un segnale oggi, una carezzina  attraverso il vetro, ho cominciato a parlargli (ma si sa io parlo con tutti senza distinzione, anche con le piante e deLuchi ci si è abituato) l’unghia che si muove con il mangime sull’orlo della boccia, insomma siamo diventati prima buoni amici, e oggi..oggi qualcosa di più.

Lui mi vede quando arrivo e mi viene letteralmente incontro, comincia ad aprire occhi e bocca in modo smisurato e a fare delle vere e proprie danze in mio onore.

Sa che per prima cosa gli cambio l’acqua  e per una mezz’ora una cascatella  gli porterà ossigeno nuovo e un’idea di libertà che non conosce.

Poi il suo magime e mentre risucchia vorace le scaglie finissime, leggerissimamente  la punta del mio dito lo sfiora.

Ed ora vi farò ridere davvero. Dopo una cert’ora in cucina non si accende più la luce per non traumatizzare Bollo che dorme sul fondo della sua casa nuova, più grande e rettangolare,  e per bere, o prendere un frutto, o sia quel che sia lo si fa alla luce debole del frigorifero!

Ma per  ogni amore ci vuole volontà e bisogna esser pronti a tutto.

Infatti il punto è che Bollo ‘sarebbe’ della piccola Chiara che ogni volta al telefono chiede quando potrà ri-avere LulaBee (il MIO Bollo) visto che le vacanze sono finite e loro sono di nuovo “a casa di Roma”.

Stasera Chiara riavrà il suo LulaBee: un altro bel pesciolino rosso, nella sua boccia rotonda perché LulaBee/Bollo ha cambiato nome, famiglia, soffrirebbe lui e soffrirei io a rinunciare al nostro amore fatto di tanti piccoli rituali.

Anche un pesciolino rosso può scatenare un folle amore o sono io ad essere follefolle?

Oppure – domanda di riserva – molto semplicemente, è possibile comunicare, riconoscersi, anche volersi bene “apprescindere”?

 

 

 

 

00000

 

 

 

Annunci

71 thoughts on “Un amore silenzioso, rosso rosso

  1. KatherineM ha detto:

    Io ho allevato un pesce rosso per ben 10 anni…alla fine era una specie di luccio, e non ti dico la fatica per “pescarlo” tutti i giorni, metterlo nel lavello, cambiargli l’acqua e rimetterlo dentro…spruzzava acqua da tutte le parti e mi faceva sempre il bagno. Poi abbiamo dovuto cambiargli la vasca, perchè la sua era diventata troppo piccola, e quella nuova, piena di acqua era pesantissima, tanto da costringermi ogni giorno a buttare via metà dell’acqua con un pentolino prima di poterla sollevare…questa faccenda era diventata quasi un incubo.
    Poi una notte era quasi morto…mio figlio l’aveva visto agonizzante, a pancia in su…gli avevo subito cambiato l’acqua e si era ripreso. Avevo così cominciato a cambiargli l’acqua due volte al giorno, perchè l’ossigeno se lo prendeva tutto in mezza giornata.
    Tutti venivano a vedere quel pesce rosso enorme, che ormai aveva le dimensioni di un’enorme trota rossa, finchè un giorno l’abbiamo trovato definitivamente morto asfissiato. A quel punto gli sarebbe servita una vasca da bagno, ma serviva anche a noi e non abbiamo potuto lasciargliela.
    Chissà, se l’avessimo messo nella vasca da bagno a quest’ora sarebbe una specie di balena rossa…

  2. Solitaire ha detto:

    (Rispondo alla domanda di riserva: secondo me è possibilissimo.)

  3. paolozippo ha detto:

    Io sono negato…. L’unico animale che sono riuscito a mantenere in vita decorosamente era una tartaruga.. Pensa te.
    Con i pesci negazione assoluta…

  4. sherazade2005 ha detto:

    Paolo?

    mi permetto un’irriverenza :=)

    per un attimo avevo pensato che l’unico animale……fossi TU!
    Strano con una bimba acora piccola tu non abbia storie di animali.

    Un abbraccio e un augurio

    AlchyShery

  5. sherazade2005 ha detto:

    Solit

    grazie. Poi mi sa che mi piacerebbe anche raccontarvi di Petunia tartarughina d’acqua arrivata a casa mia con le stesse modalità di
    Bollo…ah Petunia che storia anche con lei!

    sherachemammamiaogni esserinoèsuo

  6. sherazade2005 ha detto:

    Kathy-ina

    Prima di Bollo c’è statto un BolloBollo di mio figlio.
    Era anche lui diventato una carpa di
    un kilo. Stava da vero signore in
    una grande ciotola da fiori icon tanto di piedistallo in terrazzo.

    Successe cha a roma un anno fece un freddo boia (boia sul serio) e che
    Bollo fu trovato la mattina morto
    imprigionato nell’acqua diventata
    ghiaccio.
    Che morte orribile deve essere stata. Stritolato.

    sheryche tristezzaqueigiorni

  7. anonimo ha detto:

    Io il pesce rosso ce l’ho da oltre 6 anni…è in una vasca da 25 litri senza aereatore con 2 piantine resistenti ed in 6 anni gli ho cambiato l’acqua 3 volte. Ogni tanto rabbocco.
    Il segreto, secondo me, è dargli da mangiare poco (qualche briciola di mangime ogni 3 giorni) non cresce a dismisura, non sporca l’acqua eccessivamente, le piante riescono ad ossigenare l’acqua.

    Ciao!

    Marcochenonriesceadinnamorarsidiunpescerosso

  8. anonimo ha detto:

    ossignurrrrrrrrrr Marcuzzoooo

    un pesce rosso stile Bonzai :=(

    (poi si parla tanto di diete e anoressia).

    sherinsherella

    ps AKKKtung al Godo’day

  9. anonimo ha detto:

    baci poco pericolosi

    sheracheusal’acetone

  10. Soulboarder ha detto:

    Naturalmente credo tu sappia che noi Souls abbiamo un acquario. Devi averlo per forza letto in un post recente. E il rapporto coi pesci è sempre molto particolare: ti guardano di traverso, ti vedono quando passi davanti, si ritraggono se ti avvicini (ma non i pulitori), si precipitano per il cibo (ma c’è chi aspetta sul fondo) e poi la sera tutti a dormire più o meno con le galline (che non abbiamo). Non grandi discorsi, quindi. Qualche volta ci si siede a guardarli e dopo un po’ ti perdi con la fantasia… potresti essere il Capitano Nemo davanti ad un oblò. Per il resto delle coccole c’è Violapigliatutto! ;-)) Aloha

  11. avante ha detto:

    Dei pesci tendiamo a fidarci, fa parte del patto stipulato fra chi parla e chi non gliene può fregare nulla, per questo si rivelano affidabili e degni di sguazzo.
    domanda di riserva flessibile shery.A quando il bollo confidential?

    sherycheballacoipesci.

  12. anonimo ha detto:

    Caro Soul

    si ho letto e ammirato il tuo post di qualche settimana fa (a dire il vero Vi ho anche un po’ invidiato perchè un acquario “é” un quadro vivente),

    La mia Wendilina è morta a 18 anni e mi sa che dopo un anno comincio a soffrire davvero dell’assenza di
    uno scodinzolio e di tanti baci.

    Ma Bollo..ah Bollo è magico.

    sherablooog blooog

  13. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more acquainbocca

    non sminuire il mio aaamore per Bollo.
    La parola è anche sottesa e a dirla tutta si interpreta da semplici gesti.

    A posto il picci’? mi pare di si :=)

    sheracquainboccachesorride

  14. sherazade2005 ha detto:

    Un incontro dammore

    sherachenuotaspessoevolentieri

  15. anonimo ha detto:

    Principesssaaaaaaaaaaaa
    ma è bellissimo, ti ci vedo a chiacchierare con Bollo e insomma a coccolarlo un po !!
    Sei un mito

    Patri
    PS: Ci sentiamo presto 😉

  16. ranafatata ha detto:

    Volersi bene apPESCIndere, direi! Evviva i pesci, anche in una bolla! Sono andata a curiosare nel tuo album (come mi avevi consigliato di fare) e ho avuto il piacere di vederti (sei tu, vero? non in una bolla, ma dentro un monitor – vabbe’, meglio di niente). Baci a pescebolla!

  17. sherazade2005 ha detto:

    Pattiii

    ieri sera volevo lasciarti un messaggio in the bottle:

    “Help non riesco a collegarmi al tuo
    blog!!”

    mi hai sentita ed eccoti :=)

    Certo che ci sentiamo non fosse altro che per ‘spettegolare’ di
    uomini/pesci o pesci/umani?

    ur princess

  18. sherazade2005 ha detto:

    Cara RanaFatata

    “apPESCIndere” mi hai rubato ( e mi dispiace non avere fatto il collegamento) un bellss giochino di parole.
    Si ‘sarei’ io che gioco un po’ a prendermi in giro.
    Ti ho mandato la foto della tartaruga
    perchè non capisco non la trovo nei
    media.

    Anche a te un bobbblobbbacio

    psssssss.nostro olio squisitissimo :=)

  19. aglajaGE ha detto:

    😉

    A.

  20. sherazade2005 ha detto:

    aglj

    un pesciolino pazzerello modello cinese…non è il ‘mio’ Bollo monopinnato

    bacettopersonalizzato

  21. aglajaGE ha detto:

    Confesso la mia totale ignoranza ittica, pur vivendo nella città dell’acquario più grande d’Europa! 😀

    Chiedo venia a Bollo (e comprargli un compagno di vasca e chiamarlo Franco?)

    A.

  22. sherazade2005 ha detto:

    tic tic tic all’ordine!

    manno’ signora AglajaGe (xesteso)

    Lei vadi QUI
    … si documenti.

    Franco? mmm purchè sia BolloeFranco e non già com’ella intenderebbe :=)

    sherachedacasasisentemeglio

  23. sherazade2005 ha detto:

    ps.

    Non è esclusa anche una gita aziendale a Zena x una visita
    all’AAA-cquario dove “..le testuggini del Madagascar nascono come a casa loro”.

    sheshecheprimaoppoiarriva

  24. redzone ha detto:

    non ho mai visto nei pesci o nei rettili delle specie amiche, mammiferi e uccelli mi danno più l’impressione che possano condividere e contraccambiare emozioni, ma sentendo del tuo Bollo mi è venuta voglia di rispolverare l’acquario…

  25. anonimo ha detto:

    Sento dentro la dolcezza che questo racconto lascia, ho avuto un solo pesciolino rosso ed ero un bambino, si chiamava Giacomino e gli volevo un gran bene.

    -Ombra-

  26. romanticaperla ha detto:

    La natura ci sorprende,ci fa vedere lati di noi che ci inteneriscono.
    Noi abbiamo avuti tanti pesci rossi ma poi o x eccesso di cibo,o x l’acqua a temperatura inadeguata sono andati nel paese dei sogni.
    Comunque non è facile credo comunicare con i pesci,forse devi avere tempo x fermarti ed osservarli bene come hai così ben scritto tu.
    Bello leggere i tuoi sentimenti.
    Conquistata!

    Ciao! :)) vany

  27. sherazade2005 ha detto:

    Sweet Vany

    il mio tempo è quello che ho descritto: e poi credo che come..
    ricordate il Piccolo Principe quando la volpe gli insegna come ‘addomesticare’?
    Tutti piccoli avvicinamenti graduali,
    ben definiti tanto da creare “attesa”
    nel momento.

    un abbraccio

    sherazadincrisidibollitudine

  28. sherazade2005 ha detto:

    Ombretta

    CHI di noi no ha avuto nella sua vita un pesciolino rosso?
    Anche ai genitori piu’ intrasigenti
    creano pochissimi problemi e se muoiono….era “solo” un pesciolino.

    (io adulta ricordo il pesce di cui vi ho detto morto stritolato nel ghiaccio e il dolore :=( )

    ciao Ombra e ‘avanti tutta’

    shera

  29. sherazade2005 ha detto:

    redzone

    annoi ci accomuna un ben altro ‘rosso’ ;=)

    cmq dai! se l’acquario già lo possiedi.
    Poi mi fai sapere e ci mandi le foto.

    Hai un’idea del nome???

    sheracheHastaSiempreComandante

  30. Rudiae ha detto:

    Ah Sherazadina,
    già mi manca il tuo Bollo sulla lavatrice!

    Animali in casa? (sarebbe d’obbligo una certa battutaccia che non farò!!!) per ora ne faccio volentieri a meno: già badare a me stessa mi sembra abbastanza complicato! (così vinco la palma d’oro per la diplomazia!)

    Comunque evviva i Pesci! (anche inteso come segno dello zodiaco. per un pizzico di autocelebrazione!)

    bacioSubAcqueo

  31. sherazade2005 ha detto:

    Rururud?

    a-rinfunge la connessione?

    Quel tal animale che tu credo volessi menzionare inteso come ‘uomo’ il guaio è averlo fisso
    in casa.
    Ti assicuro che visti fuori (magari chesso’.. dicoxdire a Parigi) sono
    davvero di grande compagnia :=)
    e anche molto piacevoli.

    E’ dopo 3 gg che…
    Nooooo non prendetemi per spietata:
    faccio un po’ come la volpe e l’uva.

    Quanto al segno dei pesci mi van tutti bene basta che non sia anche il segno del “tuo” maestro :=)

    sherabrrrrrrrrrrchefreddo

  32. arietta ha detto:

    L’amore è amore “apprescindere” da tutto…è ciò che ti riempie il cuore e ti allaga il tempo, che sia un pesce, un cane, un uomo poco importa. Io al momento soffro per le mie 2 tartarughine acquatiche che non mangiano più, forse sarà il letargo, forse sarà che per chissà quale motivo saranno depresse…ma non mangiano.

  33. Rudiae ha detto:

    Appunto…
    gli uomini dopo tre giorni sono come il pesce!!! immagina dopo nove anni!!! 😉
    Il segno dei Pesci è il MIO… e per poco, ma proprio per pochissimi giorni… non è quello del mio Maestro che ebbe a nascere il 25 marzo, quindi già in Ariete! Ma è perfetto a prescindere! T’immagini avere un ariete per casa come animale di compagnia??! Meglio i Pesci, decisamente meglio!!! 😉

    baci zodiaci!

  34. aglajaGE ha detto:

    Shera, se vieni a Zena a vedere l’Acquario e non mi vieni a trovare ti butto nella vasca degli squali, altro che goldfish! 😀

    A.
    P.S. per Arietta: per carità, non fare come mia mamma che, convinta fosse morta, gettò la mia dormiente Achillepièveloce nella tazza del water. Per mesi mi disperai, pensando alla mia tartarughina da Luna Park, svegliatasi nelle fogne savonesi, vagare disperata nel guano, alla ricerca della vaschetta perduta..

  35. anonimo ha detto:

    Arietta

    ti ho risposto DI CORSA sul tuo blog.
    Cammina in punta di piedi le tartarughine dooormono.

    sssssssssshera

  36. sherazade2005 ha detto:

    Rury

    ma che vuoi che sia? per esperienza in-diretta (non dico 3gg ma il mio tempo max arriva a un paio d’anni)
    credo che dopo qualche anno il suddetto (uominide) lo si possa conservare nel surgelatore..o no?

    sherachesembramagli uominisontuttibelli(amma)

  37. sherazade2005 ha detto:

    da FarfallaFarfallAglaja

    la mia e’ solo una minaccia :=)

    mentre la tua…lo squalone..mi prende!

    sherabuonasera/cena

  38. perritrovarti ha detto:

    Ciao…
    🙂
    è assolutamente certo che si può amare a prescindere..
    ma è raro… maledettamente raro…

    un saluto

  39. sherazade2005 ha detto:

    perritrovarti

    se fosse una cosa semplice saremmo tutti sempre felici e contenti.
    Non sarebbe una grande noia?

    sheraccettognincertezzamorosa

  40. sherazade2005 ha detto:

    ps.

    ci chiedevamo perchè siamo chi piu’ chi meno a girovagare per blog?

    Ecco: la tivvi’ è piattume assoluto.
    per mettersi a ‘cuccia’ ancora presto
    e così per leggere seriaMENTE.

    Meglio passeggiare quiquoqua serenaMENTE.

    Bonne nuit e bonjour :=)

  41. Soulboarder ha detto:

    Come avrai letto, la passione per gli acquari è made in LadySoul; io faccio solo il manovale, sposto taniche d’acqua, cambio le bombole di anidride, controllo le pompe e i neon. Non mi è consentito mettere le mani in vasca quasi mai. Ti garantisco che ad un certo punto un acquario è un lavoro mica da ridere e sono contento di allontanarmene prossimamente! ;-D))) Aloha

  42. perritrovarti ha detto:

    🙂 Grazie per gli auguri..
    certo che manTENERE il proprio percorso…
    è importante… ma puoi farlo
    solo se sai rialzarti.
    e poi…
    ora che ci penso è
    importante anche saper deviare se necessario.
    l’ostinazione può essere una virtù…
    ma non sempre lo è.

    un saluto

  43. Rudiae ha detto:

    Wow che idea geniale!!!
    il congelatore!!!!
    com’è che ancora non ci avevo pensato???
    Che belle le NEWS!!! Prr!
    tutte notizie rasserenanti oggi!!
    le donne kamikaze mi fanno rabbrividere più degli uomini! Sono maschilista in questo mio pensiero???

    bacioDAlavatriceAzionataPreludioDiBucatoDaStiare

  44. sherazade2005 ha detto:

    Povero il nostro GiufoTrasportatore:=(

    infatti io mi ‘accontento’ di un ‘misero pesciolino rosso con vaschetta accessoriata (come da di lei suggerimento) ma piccola.

    Ma si sa le passioni per essere tali
    hanno da essere ‘ingombranti!!!
    e se poi sono in condivisione..oddiomio mi sto incartando?
    Incartando? pacco di natale? diggià?

    Ciao Giu’ e omaggi e complimenti alla
    Signora Soul.

    sherachelamattinaè”fuori”

  45. sherazade2005 ha detto:

    Perritrovarti

    dici delle cose sacroSANTE.
    Ma purtroppo o perfortuna non sono
    regolamentabili perchè ognuno di noi
    vive le situazioni (peggio che mai quelle amorose) in modo assolutaMENTE unico.

    Dai, oggi c’è il sole, freddo ma bellooooooooooo.

    sherastaxpartire

  46. sherazade2005 ha detto:

    Rururud

    “bacioDAlavatriceAzionataPreludioDiBucatoDaStiare”

    ma quando la lavatrice è in funzione manco il cellulare senti piu’?

    Pazienza ti sei persa un attimo di scenata di gelosia.

    Sto pe’ hannaPPeruggia. meno male che ce sta er sole.

    sherapiccioneviaggiatoreche prima facolazione

  47. sherazade2005 ha detto:

    OHHHHH

    FATE LA SPESA
    ANDATE DAL PARRUCCHIERE
    ETC ETC (salute!)

    DOMANI E’ FESTAAA

    sheraccidentiNONlosapeva

  48. anonimo ha detto:

    Ma cosa stavi dicendo a quel piccione che ti guarda così?…

    Scommetto che per andare a Perugia passi per Assisi……vista la tua comunicativa con gli animali…
    🙂
    Attenta nel tragitto a non incontrare il lupo…..

    Marcoconreminiscenzeperraultfrancescane

  49. avante ha detto:

    A vedere un piccione sul tavolino viene in mente un’idea terribilmente minimalista oppure terrificante agli occhi dei malthusiani tanto da tiragli fuori di getto lcrime e agnizioni. Datemi la mia *scupetta”?

    sherytroppobuonapernonaverglitiratolatesta

    *fucile da caccia

  50. aglajaGE ha detto:

    Ah, che bella Perugia! Ti auguro di trovare una bella giornata di sole 🙂

    Tanti baci perugini 🙂

    A.

  51. arietta ha detto:

    Shhhhh, Shera, shhhhhhhh
    le ho messe a nanna, le ho messe al riparo.
    Quando le hanno regalate ai miei figli ho pensato “Vabbè pure le tartarughe”, ma col tempo ho imparato a guardarle con occhi altri. Sono dure loro, resistenti, coriacee, in un certo senso “illuminanti”.
    Le ho con me da marzo e sai una cosa? In certi momenti sono le uniche presenze che davvero mi riempiono.
    baciuzzo

  52. Rudiae ha detto:

    La mia lavratrice è collocata sotto di due piani e il cell non me lo porto quando vado a caricarla…
    uffi!! uffi!! uffi!!!

    Sai che Perugia è ad un tiro di schioppo da qui??!!! Potevi allungarti no?

    schioppo??? AAAcacciatore avrebbe voluto usare la scupetta sul piccione! crudele!!!!

    bacioIMMACOLATO

  53. sherazade2005 ha detto:

    Marcuzzo

    qualche sera fa a zeling un comico proprio parlava dei piccioni che non stanno a terra ma pronti sui tavolini:
    e dice “..e se sto per terra chi sorveglia il tramezzino”?

    Cosa gli dicevo io?

    “Vai carino ‘non c’è trippa pe’ gatti!’

    sherachehaunvagomalditestastamattina

  54. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more piccioni sul tavolino

    non troppo buona ma è che qualsiasi cosa si muova – senza rasentare il fanatismo – mi muove a tenerezza.
    Da piccoli casa nostra era un vero e proprio zoo. Pensa anche un topolino ‘vero’ di cui non ho mai avuto l’atavica femminea paura :=)

    aaa-uraroxAAA-more

  55. sherazade2005 ha detto:

    Arietta cara

    Petunia mi arrivo’ sempre tramite mio fratello e Chairetta.
    L’ho tenuta 4anni e ti assicuro che, insomma, io sostengo (con molti) che non esistono animali ‘stupidi’ o
    incapacit di comunicare ma che tutti -proprio tutti – sono disponibili al dialogo (forse l’animmale uomo spesso è refrattario).

    Io ho il giardino e un po’ di erbetta e d’estate quando innaffiavo Petunia
    la mettevo fuori dalla vasca e mi seguiva ed io la spruzzavo.. sono scema? ebbene evviva!

    SSSSSSSSSSSSilenzio fino a febbraio/marzo

    sherazadinemandailpiccionecolbacetto

  56. sherazade2005 ha detto:

    AAA-gljZena

    tempo orribile ma l’occasione era una letio magistralis e l’inaugurazione di una nuova aula magna al Prof Seppilli padre, padre storico della medicina pubblica e delle prime strutture.

    Ma Perugia “sesso droga e video tapes” fa molta piu’ notizia.

    Baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  57. sherazade2005 ha detto:

    Con una ‘certa persona’
    (e sapete tutti a chi mi riferisco)
    NON ci parlo.

    Lava, stira ma? voi ci credete?

    Vabbè che ci posso fare se l’amore è cieco? “la” perdono.

    Rudyna ‘ndove m’allungavo?
    Siamo rientrati sani e salvi rinunciando anche a una ricca cena.

    sherachesiallungaeliresta

  58. anonimo ha detto:

    bella la storia di BOLLO … povero … adesso è pure rosso… sarà dalla vergogna ? in effetti forse un pesciolino rosso anche se poco loquace e magari distante ti pensa spesso…. anche se non sa come esprimerlo…

    uhmmm cmq mi sa che è meglio anche io cambi post… magari domani mi ci metto vah…

  59. anonimo ha detto:

    ops… non mi sono firmato …

    ohgià sono maddyno !!!

  60. sherazade2005 ha detto:

    Mddy-ino

    ti stavo proprio pensando perchè invischiata nella desolante lettura nel Rapporto Censis 2007!!!

    Me sa che Bollo se lo magnamo tra ‘n pò.

    E cmq ora devo proprio andare a fare il mio dovere (farsi del male fino in fondo) Partire partiro’
    TOURdeFORCE

    unbacione caro MadBolloNero

  61. arietta ha detto:

    Ssssshera questa storia delle tartarughine mi ha fatto pensare ad un libro:”La zia marchesa” di Simonetta Agnello Orbit. Una delle protagoniste vince il suo terrore del possedere animali giusto con le tartarughe in quanto tutti i cuccioli che le avevano regalato nel tempo avevano finito col morire e questa bambina era terrorizzata al pensiero di essere la causa della morte di questi. lo zio cominciò a regalarle tartarughe (sicuro della loro resistenza e longevità) convincendola che se fossero rimaste in vita allora poteva dirsi “guarita”….
    Febbraio/ marzo? Ma è un sacco di tempo…e quindi non devo dar loro da mangiare? E per il cambio dell’acqua? Oddio sono impreparata…

  62. Soulboarder ha detto:

    Hai perfettamente ragione sulle passioni che hanno carattere ingombrante! Io avevo proposto una vasca piccola ma mi è stato risposto che “poverini, i pesci avrebbero così avuto poco spazio”. Noi invece abbiamo una casa grande! (detto con ironia, naturalmente!!!! ;-)) Ad ogni modo se non avessi anche la casa della mamy non saprei dove mettere il materiale da montagna… e questa è un’altra faccenda ma molto simile per certi versi. :-))) Aloha

  63. aglajaGE ha detto:

    Bella la storia che cita Arietta 🙂

    Shera, vedo dal link che l’Assemblea cui vai, domani sarà trasmessa in diretta QUI.

    Verrò virtualmente a dare un’occhiata 🙂

    Ciao!

    A.

  64. sherazade2005 ha detto:

    MMMMM

    lasciatemi ri-prendere fiato!
    che bella e rassicurante la mia ‘postazione quiquoqua.

    trano la strada fosse completamente sgombra.20minuti!

    Agljjjjjj
    NON ne posso più i miei piedini avrebbero bisogno di un tuffo, anzi vado, nell’acqua appena tiepidina.

    Addomani allora, guarda che ti aspetto.

    sherabacirossimanchearcobaleno

  65. sherazade2005 ha detto:

    Giu’ caro

    nel mio caso si tratta proprio di
    capacità fisica mia di spostare ogni giorno la ‘casa’ di Bollo.

    Capisco molto bene il buon cuore della signora Soul e capisco il tuo tono ironico.
    Credo che qualsiasi animaletto di cui ci prendiamo cura debba avere diritto al ‘nostro’ massimo (o era andrea? :=)
    I sassetti ormai ci sono gia’ da fine agosto e forse visto che sta una bellezza non gli hanno fatto male.

    Guarda se ti serve un po’ dispazio
    e mamma si lamentasse..
    io in giardino qualcosetta te la posso tenere e con cura.

    Buona vacanza e ..ma ci si vede prima di natale no??? mica andrai sul k2?

    shecheBollocheproblema

  66. sherazade2005 ha detto:

    Arietta

    questa tua segnalazione intanto è dolcissima e mi piace.
    appena possibile cerchero’ anche questo libro.

    Tornando alle tartarughine ricorda:

    1. acqua sempre sui 20gradi e quando sono sveglie ai raggi diretti del sole MA con un angolo di ombra.

    2. la ‘casa’ non deve essere una minuscala vaschetta (quella che vendono per capirci).
    Hanno bisogno di nuotare ma anche di un posto fuori dall’acqua su cui salire facilmente.
    3. una alimentazione varia (non solo gamberetti essicati) pezzettini di verdure e anche vitamine. Un buon negoziante ti consigliera’.
    4. mangiare POCO anche se sembra che abbiano fame.

    Insomma un mastino napoletano avrebbe richiesto meno cure :=)

    un bacetto acquatico e pioggerelloso

  67. aglajaGE ha detto:

    Il collegamento dal sito è rimasto una cosa nera, altro che rossa! :-///

    Come è andata?

    A.

  68. arietta ha detto:

    Grazie tesoro….domani compro la casetta trasparente e ampia che ho visto al negozio di animali, con i cespuglietti e una bella pedana asciutta. Acqua a 20° e poco cibo a pezetti (io quei gamberetti non li sopporto) ops e le vitamine…si, si domani vado. Sono di nuovo mamma!

  69. sottolanevepane ha detto:

    Chi ha detto che i pesci rossi non sono animali da compagnia?

  70. Elisabetta Lelli ha detto:

    Lo avevo letto. Immediatamente dopo averti promesso che l’avrei letto.
    Poi è tornato “lui” e s’è polverizzata ogni magia (e magari vi fossero magie piccole, piccolissime!). “Lui” è entrato in casa e di colpo ha portato con sé tutto il freddo che c’è fuori dalla porta. Perché “lui” riesce a spegnere i suoni e le luci, riesce a frantumare le rocce insieme ai fiori, riesce a rendere fredda la più calda emozione, a spegnere la più sublime intenzione, la più bella aspettativa, la più fervida preghiera. “Lui” non vede le piccole cose, non sente le parole sussurrate, non nota i particolari, non sfiora le rose, non accarezza i Sogni. “Lui” è qui e il “portafogli delle Bellezze”, quel contenitore di spiccioli dal suono argentino, improvvisamente si svuota.
    Ecco, ora sto respirando affannosamente, perché “lui” è tornato da me, senza un sorriso, senza una carezza, senza una sola parola gentile. E’ tornato colui che mi spegne, che continuamente mi spegne.
    E allora ho bisogno di tornare a leggere della silenziosa comunicazione d’amore fra te e Bollo, perché mi ri-dona la speranza che, forse, qualcosa di deliziosamente bello, in questo tempo che fa male, non è svanito ancora.
    Non rileggo, Shere. Troverei un mucchio di errori, stravolgerei tutto quanto e probabilmente avvertirei il pudore delle cose che “si devono tacere”. Non rileggo e invio, direttamente dal mio Cuore… direttamente dal freddo che non s’è ancora arreso al freddo.

    ElipersempreEli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...