Donne, violenze e sangue quotidiano

 Oggi 10 novembre: “una goccia nel mio mare di ricordi”

 

È morta Giglia Tedesco, una vita dedicata al Pci”

 

Ora Giglia non era ‘solo’ una vita dedicata al Pci.

Era da sempre amica di mia mamma e soprattutto una sorta di madrina per mio figlio Luca che per lei era ‘il nostro bellissimoLuca’.

Ancora qualche giorno fa a Milano ci siamo incontrate e nella bolgia infernale dove nessuno la (ri)conosceva ho dovuto fare la voce grossa perché un sedicente ‘giovane’ le cedesse il suo posto.

Mancherà doppiamente a me e Luca il giorno che festeggeremo -intorno a fine luglio – i nostri compleanni ai quali  da sempre era un piacere sentire lei e mia mamma ‘raccontare’ quando…oppure ricordare qualcosa del loro percorso comune.

Se ne va un altro pezzetto della mia mamma e se ne va portandosi dietro con Giglia la  sua grande lucidità, la sua continua voglia di sperimentare il nuovo (molto piu’ di me), il suo sorriso appena accennato che si scopriva generoso nello sguardo.

Ecco.

Mi sembra quasi ‘magico’ chiudere oggi il lungo post iniziato con la riflessione (stupida e superficiale da parte mia)  di ‘donne con le palle’  con un abbraccio forte – quasi a volere trattenerla – per una Donna che ha segnato il cammino, lo ha aperto con tante sue battaglie (la legge 190 x esempio) perfino spianato,  a noi tutte un po’ sue figlie.

 

Oggi 9 novembre: “Pensiero scomodo guardando laggiù

Il mondo (per sua fortuna) è pieno di cuori ‘irrispettosi’, ‘rumorosi’, assai poco ‘comme il faut’, Battono forte, fremono, frantumano il silenzioso NULLA di chi il suo, stupido, pavido,  cuore perbenista l’ha incellophanato e ben addestrato perchè non debba palpitare, mai.  Mai?   Si, mai. Troppo arduo farlo volare così blindato nella sua gabbia.


Che fare?  Che fare? Volare alto? Volere altro?

Oggi 8 novembre: “contaminazioni” positive

La nostra meta non è di trasformarci l’un l’altro,
ma di conoscerci l’un l’altro e d’imparar a vedere e a rispettare nell’altro
ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro completamento.

~ Hermann Hesse – Narciso e Boccadoro ~


Oggi 7 novembre: ‘Agnus dei’

 

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
e come s’affonda nell’acqua
immergiti nel sonno
nuda e vestita di bianco
il più bello dei sogni
ti accoglierà.

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
abbandonati come nell’arco delle mie braccia
nel tuo sonno non dimenticarmi
chiudi gli occhi pian piano
i tuoi occhi marroni
dove brucia una fiamma verde
anima mia.

(Nazim Hikmet)


Oggi 6 novembre: la morte ha dei nomi

Meredith Kercher – A una svolta le indagini sull’omicidio.
Fermati il fidanzato, un cittadino zairese e la coinquilina americana.

Dolce Ofelia, ma io t’amo ancora
E il nostro amore cresce, non è più implume,
andiamo dolce Ofelia, andiamo assieme,
andiamo a passeggiare soli lungo il fiume…” (Amleto)

 

 

FARFALLABLUE

Oggi 5 novembre un amico ha dichiarato forfait

Desidero ricordarlo con l’incipit di un suo articolo dalla Palestina: “Testimonianze contro il male”

“Se avessi anch’io fatto il mio dovere di uomo, se avessi cercato di far valere la mia voce, il mio parere, la mia volontà, sarebbe successo? E perciò è necessario che spariscano gli indifferenti, gli scettici, quelli che usufruiscono del poco bene che l’attività di pochi procura, e non vogliono prendersi la responsabilità del molto male che la loro assenza dalla lotta lascia preparare e succedere.”

Daniel Amit

Oggi 4 novembre

alla luce buia dei fatti Fontana di Trevi “è” quel che sembra: serbatoio di sangue

  Oggi 3 novembre niente da ridere:

 A Roma iniziate le esequie di Giovanna, BRUTALEMTE seviziata e uccisa (da un uomo/ radagio): il marito con una rosa rossa in mano.

Fuori da ogni pietas certi uomini con certo tipo di palle sarebbe meglio non le avessero.

 

 

 

 

 E ridevo.

Da sola, ridevo,  ma ero anche un po’ indispettita, tornando  a casa,in motorino.

Mi frullava nel capo quella definizione sempre più ricorrente di “donna con le palle” che proprio nel pomeriggio precedente mi era stata appiccicata come medaglia al valore. Insomma mi ero dimostrata una donna – come dire diversamente.. capace? ..determinata?. No! “Con le palle”.

E ridevo.

Poffarbacco! Mi sono detta, pure quelle? A me? Che a memoria d’uomo  possiedo due rotondità niente male,  vissute come due corpi estranei sebbene apprezzatissime dall’universo maschio. A me che non  ho vinto questo mio disagio neppure ora che – chi non è soddisfatta delle sue-medesime-misure – se le gonfia a dis-misura!

E ridevo.

Raddoppiare, dunque? due sopra e due sotto?

E ridevo.  

 

Mi sono immaginata  in ‘quel periodo’ che fino a qualche anno fa – bisbigliato sottovoce e  con circospezione – veniva definito ‘il ciclo’. In ‘quei giorni’, in cui si abbonda con le abbbluzioni e ci si avvolge di nubi (tossiche) deodoranti, e ci si sciacquetta con saponi che piu’ PHaccati non si può, e si fa slalom  tra linex ultrasottili e tampax così minuscoli che per trovarli devi ingaggiare una caccia al tesoro nella borsa, cosa spesso ardua e pericolosa se  magari sei in bilico su una gamba, tentando di non inzaccherare le scarpe o il bordo dei pantaloni, in quei bugigattoli maleodoranti dell’ Eurostar o nel loculo/toilette di un aereo,  sbalzata ora a Berlino ora a Torino (siamo o non siamo ‘donne con le palle’?). Ops scordatti Pechino!

E ridevo.

Ma improvvisamente come un flash.. la depilazione! Depilazione  si o la depilazione no (intendo ‘laggiù’) e, soprattutto, un piccolo ritocchino sarebbe auspicabile per mantenere le due pallette inferiori (in termini di logistica, non si senta chiamato in causa il sesso forte!) all’altezza (metaforica) del seno (rifatto) turgido e modello K2?

E non rido più. No Signori uomini.

 Non ci tendo ad essere donna con le pAlle! preferisco restare nella mia pElle!

Bene scusate la mia she(ra)menza acuta, figlia degenere dei miei tempi morti in motorino.

SCENDI! VAI A PIEDI, direte voi!

NON CI PENSO NEPPURE, ribatto io! 

 

essere o non essere?

 

 

 

 

 

 

<!–

–>

 

173 thoughts on “Donne, violenze e sangue quotidiano

  1. sherazade2005 ha detto:

    Il “tetto di cristallo”
    ovvero quella barriera invisibile e pesantissima che frena e condiziona l’accesso delle donne ai posti di ‘comando’, privilegio maschile da sempre, rallenta le carriere e disconosce i meriti e quando questi ‘meriti’ gridano vendetta le donne diventano “donne con le palle”.
    Dunque una parita’ tutta da verificare. Legalmente sancita ma non ancora assimilata dal costume e dalla cultura.

    “Kill Bill” fantastico film (meglioVol 2 a mio giudizio)

    sherasenzapAllemapElledivelluto

  2. Solitaire ha detto:

    [La colonna sonora del blog, il post ed il commento hanno fatto riemergere nei miei pensieri la splendida scena (del vol. 1, però) in cui O-Ren-Ishii mozza la testa di Tanaka e poi si lancia nel pippone che si conclude in maniera molto persuasiva: “Now, if any of you sons of bitches got anything else to say, now’s the fucking time!“. Geniale.]

  3. anonimo ha detto:

    Un Sorriso 🙂 dawoR***

  4. ranafatata ha detto:

    A proposito di “donne con le palle”, è capitato anche a me di sentirmi rivolgere l’espressione e di sobbalzare. Se ti venisse la curiosità di leggere che cosa aveva suscitato in me, il post è quello del 26 novembre 2006. Ciau!

  5. avante ha detto:

    di uomini colle palle il mondo è pieno di donne colle palle pure, lo so, sono un aaa in versione canaglia,un pò demodè ma ho sempre evitato le donne colle palle formatesi al motto;”oh donna colle palle tu migliorerai il mondo e resteando pur spregevole sarai ammirata” io non so che farmene. Arridateci la gioia di vedere una donna con tanto di controindicazione a ragionamento uterino mensile con tanto di broncio e che sia esente da rigonfiamentidalla testa in giù.(vedi le teste di palle)
    Tette di cristallo o palle di swarovski ? io non ho un debole per gli stronzi di ambo i sessi.

    tralessereeilnonesserepallenonnevedoemenomale

  6. Soulboarder ha detto:

    È un bel pezzo sulla maschilizzazione degli attributi necessari. E chissà perché se hai le palle devi essere tosto. Che poi quelle di tosto non hanno granché… ma non scivoliamo di stile, eh! ;-)) No, hai ragione: che brutta immagine è una donna accessoriata. E invece viva quelle che sanno farsi valere senza perderre neanche un filo di femminilità, anzi che sanno esserne orgogliose. E adesso scusami ma ho la ceretta che mi si fredda! ;-D))) Con un brivido di terrore… …aaaaaaaaalohaaaaaaaa!

  7. sherazade2005 ha detto:

    Ranafatata

    ” regole di una lingua scaturita da una cultura patriarcale” appunto
    OBSOLETA xchè come ho cominciato ad apprendere molti anni fa anche da Luce Irigaray “Parlare non è mai neutro” e quindi è necessario instaurare (avere instaurato, oggi)
    una pluralità di linguaggi ‘sessuati’
    perchè ciò che acquisiamo come neutro (tutti, dicevi tu in una platea al 90%di donne) non avrà
    mai un impatto ‘universale’

    Il rispetto, sono in disaccordo con te, è anche abitudine alla parola e al concetto – appunto – sessuato.

    Capisco anche il senso e la situazione in cui il tuo
    amico voleva accoglierti nel gruppo.
    Lo avrei apprezzato anche io MA
    – permettimi – nel mio quotidiano
    non ho le palle, non le vorrei avere,
    ma soprattutto rivendico le mie
    capacità (e peculiarità uterine citate da AAA) di donna, pettoruta
    quanto si vuole (o piallata) ma donna.

    Un grosso grazie per il tuo contributo.

    sherachedipallenehalescatolettepiene :=)

  8. sherazade2005 ha detto:

    Solitaire

    mmmm ebbene si (grrr)aspetto al varco anch’io chi ancora havesse il coraggio di parlare: meglio Vol 2.

    sherachesisenteunpòUmaThurman(no ThurWOMAN!)

  9. sherazade2005 ha detto:

    dawoR

    grazie del sorriso ma niente parole?

    she’

    PS Buona cena a tutti/tutte :=)

  10. nesia ha detto:

    Quel giorno che mi dissero che ero una donna con le palle, persi le staffe e risposi: “Attento amico, che se me le fai girare rischio di diverntare un elicottero, e se non ti abbassi in tempo le mie “pale” rischiano di decapitarti!!!” saluti nesia

  11. aglajaGE ha detto:

    Non me l’hanno mai detto.

    Forse non mi sarebbe neppure piaciuto. Mi piace invece, come vedo giustamente anche a te, essere considerata come persona, al di là del sesso.
    Bella di una bellezza senza artifizi, che nasca da dentro; sensuale se desiderosa di conquistare l’amore-passione di un uomo; forte di una forza che sia nel cervello e nello spirito; intelligente di una intelligenza che non sia “settoriale”; centro di gravità permanente per chi ama; capace e responsabile, senza scorciatoie, sul lavoro: questo per me è essere donna, essere *persona*.

    buona notte, scappo a nanna 🙂

    A.

  12. anonimo ha detto:

    Donne con le palle attente a come saltate sul motorino……. 🙂

    Ciao!

    Marcoinversionemisogenagiustopermovimentareunpolaserata

  13. sherazade2005 ha detto:

    Troppo stanca rispondero’ solo al
    miss…what???

    ok a marcuzzo quello del nord profondo e lo consiglio di non fare il
    galletto perchè dei suoi attributi, così
    tanto per. si potrebbe farli roteare
    ad esaurimento tipo Boas argentine
    (ohohoh che dolor)

    sherachesenonloconoscessemmmegliotacere

  14. sherazade2005 ha detto:

    correggo:

    bolas rpt bolas argentine

    ;=)

  15. bl66m ha detto:

    Certo sarebbe doloroso…..Forse però così se ne inibirebbe la funzione riproduttiva, risolvendo uno dei problemi che mi assillano

    a proposito quando è il godo’s day che vado a fare un ritiro spirituale?

    Ciao Aurora con o senza palle sei troppo simpatica

  16. sherazade2005 ha detto:

    Sogni d’oro a tuttE/I

    shery’

  17. sherazade2005 ha detto:

    saltato la risposta

    Marcuzzo:

    http://www.bloggers.it/alchimieperfette/
    Post del 20 nov.2006

    22 dicembre
    Contro la guerra, il sesso di massa
    “Il Global Orgasm salverà il pianeta”.

    Un consiglio da amica il 22 dicembre abbellisci l’alberello con qualche bella
    pallina colorata…

    sheramicasincera

  18. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more balls in the air

    Come dire? Per gli uomini sono funzionali a.. e che quindi ci siano è nella norma.
    Donne con le palle, sono rare (rare???) accezioni di in genere frustrato, irrisolto senza riferimenti che trova meno impegnativo (al contrario lo è moltissimo) non impegnarsi nel ribadire nella differenza le proprie capacità pari o superiori che siano. Donne omologate al modello maschile con metaforiche palle subalterne.
    Donne con controindicazioni uterine? Eccotela servita! Purchè poi non si estenda il discorso a certi ancora vivi ragionamenti lombrosiani.
    E nella tua chiusa mi ci trovo a braccetto: Gli stronzi non hanno categorie sono str.. e basta.

    sheradoraenonxderebbeAAApernussunapallalmondo

  19. mamoroma ha detto:

    io per esempio non ho mai detto donna con le palle, è una cosa che non rientra nella mia cultura. E poi di un uomo che ha dei lati di psicologia femminile (mettiamola così) qualcuno ha mai detto uomo con le tette ? mai sentito.
    Semplicemente, per le donne come per gli uomini, esistono diversi livelli di cultura, forza interiore, carattere, ecc, che qualcuno tende a sintetizzare con 2 parole.
    Ma che palle ! non se ne può più !
    ciao
    Marco

  20. sherazade2005 ha detto:

    Giu’

    Infatti bella domanda ma perché all’ essere portatori ‘sani’ di palle deve perfprza corrispondere una overdose di forza macha?
    Credo davvero che anche il discorso sia molto ampio. La sensibilità, le peculiarità, le debolezze come la forza d’animo (o fisica) non sono prerogativa di un sesso a ‘dispetto’ dell’altro ma fanno parte della formazione dell’individuo. O no?
    Per quel che mi riguarda (e riguarda molte altre donne) crescere e gestire il quotidiano di un figlio pressocchè da sola “è” stato un atto di grande forza e coraggio nongià di palle.

    Troppo “pallosa”? me ne scuso.

    Spero la ceretta ti sia venuta bene, ti consiglio una cremina all’olio di oliva molto lenitiva….

    sherafemminilmente(in)capace

  21. sherazade2005 ha detto:

    Marco Mamoroma

    mi fa enormente piacere che ‘in contemporanera’ noi si sia espresso lo stesso concetto.

    per antonomasia il potere è maschile perchè equiparala a terminologie al femminile?

    sheraccoglieconpiacerissimoMarcoilnuovovenuto

  22. Rudiae ha detto:

    se “sorvolo” al “volo” mi perdoni???
    se ti mando solo un messaggio pensando già al mAssaggio… fa lo stesso?
    non ho tempo di essere più profonda…

    c’avrei da mettere ancora qualcosa in valigia!

    (du’ palle!!!…appunto!)

    baciooooooooooo

  23. aglajaGE ha detto:

    Buona sera alla gentile padrona di casa e ai suoi ospiti 🙂

    Se avessi le palle, ora rotolerebbero disordinatamente per la stanza, tanto sono stanca 🙂
    Fortunatamente mi aspettano quattro giorni di riposo (riposo? what’s *R I P O S O* ?), se escludiamo i due mazzi da correggere, la mamma cui fare da mamma, il figlio-tzunami, il cane da convincere a uscire e la casa che mi implora piangendo di darle una rassettata 😀
    Ci vogliamo aggiungere il Genoa, che stasera gioca a San Siro (con l’Inter, la squadra che amavo da bambina!)?
    Ce lo vogliamo aggiungere? E aggiungiamocelo.
    Ok, ho scritto abbastanza stupidaggini, per stasera, ma la mia amica Shera mi perdonerà, lo so 🙂

    Ciao!

    A.

  24. sherazade2005 ha detto:

    mia cara Aglj farfallaGE

    per-donarti? piu’ che altro mi fai sentire quasi vergognosa perchè
    io sto aspettando ‘solo’ ora di cena.
    siamo due e ci gestiamo con molta calma i tempi.

    ok Vuoi sapere il menu?

    frittata di spinaci (avanzati)
    due straccetti di maiale (avanzati)
    mozzarella di bufalla questa superrr
    e….
    ovviamente piatti di CARTA!

    sheraversognosadicavarselaconcosìpoco :=(

  25. sherazade2005 ha detto:

    ruuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuudieeeeeeeeeeeeeeeeeee

    annamo bellina sono le 20.35 e ancora nessuna novella.
    ma che state a decidere?

    addopobacifamelicimadietetici

  26. sherazade2005 ha detto:

    “Can get you off of my mind”

    e se me lo sussurrasse con accompagnamento lenny kravitz

    ohhh che bello che sarebbe ;=)

    sherachesognaunLennyxcasocomeladivaNicoleKid..woman

  27. Lakota ha detto:

    sherà
    …cambia spacciatore…
    😀

    o ripijate…in alternativa…
    ma non smettere di ridere
    😉
    notte serena

  28. ranafatata ha detto:

    Non mi fraintendere, sherazade: anch’io rivendico il mio orgoglio di essere donna (piallata, ma donna), e non vorrei appartenere a un genere diverso per nulla al mondo. Il Montalbano il questione non era (e non è) un mio amico, e si è dimostrato uno che di coglioni ne ha davvero pochini, visto che ha perso l’occasione di collaborare con regolarità con un’azienda agricola dalle discrete possibilità. Quindi, tornando alla metafora “verbal-sessuata”, ribadisco che di insipienza verbale si tratta, ma non posso far altro che accettare il significato che assume sulla bocca di chi la pronuncia “con le migliori intenzioni”. A presto!

  29. sherazade2005 ha detto:

    ma buongiorno “gente”
    (neutrale abbastanza???)

    TEMPO sulla capitale:
    ‘de paura’.
    in un eccesso di osservanza alle norme del risparmio potrei anzi prendere il doccia-schiuma e
    lavarmi direttamente in giardino: l’acqua non manca.

    Lalalakota

    ridere ironicaMENTE è una mia prerogativa se dovessi mai smettere allora – si’- diventerei davvero
    p
    a
    l
    l
    o
    s
    a

    Un saluto a mamma e baciame er pupo :=)

  30. sherazade2005 ha detto:

    Ranafatata

    credo che noi si dica tendenzialmente le stesse cose.
    Ovviamente anche nelle parole il tono fa la musica.
    Tuttavia io vorrei che ci si ‘educasse’ tutti/e ad avere un approcio piu’ corretto (corretto non è la parola giusta) ma che tenga conto semplicemente di CHI abbiamo difronte.

    Ti dispiace trascrivere il link del tuo post? io l’ho letto ma molti non credo.

    Buona festa e un abbraccio

    she’

  31. sherazade2005 ha detto:

    Accidenti che pioggia…

    Vorrei essere melanconica ma sono elettrizzata da una grande sorpresa
    perchè sta per arrivare una persona
    (chi? chi? chi?) cui vorro’ ancora piu’ bene.

    Contraddico chi sostiene che guardarsi negli occhi conti poco o niente. “Incastonare” una persona nella sua personale gestualità la rende ancora piu’ unica.

    sherachenonstanellapEEElle

  32. Soulboarder ha detto:

    Miss Sheraz, salutami la sorpresa! ;-)))))))))) Aloha

  33. sherazade2005 ha detto:

    mister

    la ‘sorpresa’ ringrazia sentitaMENTE e è bendisposta a ricambiare il saluto.

    Siamo recluse in casa perche’ PIOVEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    GRRRRRRRRRRRRRR

    bey
    shealimoncino

  34. aglajaGE ha detto:

    Finalmente un buchino di tempo!
    Ciao a Shealimoncino: divertitevi, ragazze 🙂

    A.

  35. KatherineM ha detto:

    Tutte le volte che arriva un collega nuovo speriamo sempre tutte ardentemente che sia “un uomo con le palle”…abbiamo persino chiesto alla segretaria che si informi, prima di assumere nuovi supplenti maschi!
    Non per niente, ma siamo stanche di dover sempre salvare questi signori da un branco di fanciulli urlanti che sanno benissimo come mettere i piedi in testa ai prof, siamo stanche di fare le balie…vorremmo solo fare il nostro lavoro…e senza palle!;)

  36. romanticaperla ha detto:

    Certo che è bello essere completamente donne.
    Io uso il detto che chi mi fa arrabbiare mi tritura le ovaie,ma le donne forti hanno le palle?
    Bho non le hanno + neanche certi uomini .

    Baci

  37. sherazade2005 ha detto:

    Vany!

    hai colpito nel segno : cereti uomini non hanno neppure loro le ‘palle’ ma
    non vorrei che a dirlo troppo forte poi ci accusassero di essercene appropriate noi!

    un bacione e “grazie dei fiorrrr”

    sherassaisoddisfattadellagiornatasoleggiata

  38. sherazade2005 ha detto:

    Attenzione!

    ho sensito la nostra Kathy
    un pochettino dura! attenti a voi
    signori insegnati.

    La tua tribu’ sotto controllo?

    SherAlchycongrandeaffetto

  39. sherazade2005 ha detto:

    MMMMMMMMM

    La sorpresa caro Giufetto
    è arrivata assai molto graditissima apprezzata sorpresa
    ricca di cose bbbuone come non mai.

    Ce la siamo spazzata

    cara Aglj Farfalla e la prox sarai delle “nostre”.
    Tieni presente che sono stata molto viziata e se sari tu a venire a roma
    ..

    Cmq se vorra’ manifestarsi lo fara’ lei
    ovvero “La sorpresa” io intanto da
    ospite educata vi invito a prendere la vostra fettina di dolce e a bere un sorsetto di fantastico, ghiacciato, PIRMITIVO DI MANDURIA.

    sherachesicuraMENTEèmoltosoddisfattadellasuaSorpresa

  40. aglajaGE ha detto:

    Chissà che questa pigerrima farfalla non ti prenda in parola, Shera 🙂

    Un bacione alle due golosastre! 🙂

    A.

  41. anonimo ha detto:

    buona giornata

  42. Rudiae ha detto:

    e’ inutile che nascondi la parte mancante!…
    ti dirò di più…
    avresti dovuto fotografare proprio l’interno di quella DELIZIA… quel voluttuoso ripieno di ricotta e nutella (al profumo di anice!)… per trasmettere il tripudio di bontà che è quel dolce meraviglioso…

    …mi sono manifestata abbastanza modestamente???

    bacioBEATOemozionatoANCHEseUNpo’STRESSATO(dal contorno!)

  43. sherazade2005 ha detto:

    Farfalla

    ti racconto una cosa buffa.

    Wendi essendo una piccola volpina usciva raramente perchè il giardino per lei era una ‘tenuta’.

    In compenso una volta l’anno faceva con noi grandi viaggi: aereo, nave, ore e ore di treno, auto nei casi più comuni.
    Insomma questo per dirti che la prima uscita ufficiale di Britos fifone potrebbe essere a lungo raggio ;=)

    TEMPO sulla capitale: soleggiatissimo (con tosse mia)

    puffffffffsherychevolaviaaa

  44. sherazade2005 ha detto:
  45. sherazade2005 ha detto:

    SPARITA risposta alla Rurururu

    in sintesi:

    La vedo molto brutto per il Deluchi.
    Il marcocentauro da me omaggiato ha molto gratito avrei voluto spacciarla per mia produzione ma poi chi se lo toglieva piu’ di torno?

    Stmattina una fett-ona per colazione: ha da passa ‘a nuttata e siamo a mezzodi’.

    Il manduria’s primitifff se lo tenemo pe quanno arritorni (rimani venitemi in aiuto!).

    ora men vo’ in cerca dello scarponcino nero.

    baciassolutamentebisognosidiDIETAFERREA

  46. Soulboarder ha detto:

    Ragazze, vi ringrazio dell’invito ma mi sa che non sono arrivato in tempo per prendermene una fetta! 😦 Certo che però a guardare soltanto sono ingrassato di 1 kilo e adesso vorreste pure ubriacarmi! ;-)) Un bacione grande

  47. sherazade2005 ha detto:

    Hanno acceso i termosifoniii!

    HO fatto un pisolo.
    E prima ho letto il giornale e proprio non mi è piaciuto quel che ho letto.

    C’era un tempo in cui si è lottato per i ‘diritti’ ed era importante crederci nel perseguirli.
    Oggi – parlo come mia nonna un
    po’ fissata nel suo tempo fascista –
    dobbiamo quasi fare uno sforzo per
    serenaMENTE rifiutare il “mors tua vita mea” o chiedere la castrazione chimica e poi, poi il passo verso la pena di morte è breve.

    Non mi piace, proprio no.

    e un fiore piccolo di campo che vive per ogni fiore calpestato

    sheraccigliatanchesmarrita

  48. anonimo ha detto:

    buona domenica

  49. aglajaGE ha detto:

    Speriamo che Britos diventi un viaggiatore come Wendy, allora 🙂

    Buona domenica, amica mia

    A.

  50. aglajaGE ha detto:

    «GIUSTIZIA, NON INTOLLERANZA» – Anche il capellano della Marina militare, mons. Patrizio Benvenuti, ha parlato nel corso dell’omelia. «Sento parlare di intolleranza – ha detto – , ma noi vogliamo giustizia, severa, austera, ma non intolleranza». L’intolleranza, ha proseguito, «è foriera di tensioni pericolose, su questo terreno cresce la malaerba, la dittatura». Benvenuti ha poi sottolineato che «non si può scaricare sul sindaco, o sul governo, o sullo Stato, tutta la responsabilitá di ciò che è successo e che succede». «Possono forse far qualcosa il sindaco, il governo o lo Stato, quando la massa del popolo è lontana, distratta, sonnolenta – si è chiesto il cappellano -? È in noi che dobbiamo operare perchè -ricorda- Caino è anche in noi. In ogni uomo c’è il senso del bene e del male: Caino ha sbagliato ma anche noi siamo nell’errore, anche noi stiamo sbagliando».
    Parole che sono riecheggiate anche in quelle del sindaco di Roma, Walter Veltroni: «Dalla chiesa del Cristo Re – dice Veltroni – si sono innalzate parole che hanno chiesto giustizia mai vendetta, fermezza mai intolleranza, rigore mai odio. Quelle parole, tutta la città di Roma, le condivide e le fa proprie».

    (da Il Corriere della Sera)

    A.

  51. sherazade2005 ha detto:

    Buona domenica anche a te cara Caravaggio.

    che si mangia oggi? dopo occhieggero’

    sherAlchy

  52. sherazade2005 ha detto:

    Aglj

    “Giustizia NON intolleranza” ma questo è successo purtroppo.
    Non condivido il pressapochismo di Veltroni. ‘pressapochismo’ da politico che in 3 ore smantella un campo sull’onda di un fatto tragico.
    Tutto non avviene per caso. Quella zona è uno scempio di povertà e
    degrado umano da decenni.
    Ma Lui inaugura l’Auditorium, mette le fioriere il centro: la facciata della
    città.

    Chiedo e i campi nomani della Magliana? il degrado del lungotevere?
    Aspetta un’altra violenza e morte e poi ‘ripolusce’ anche li?

    Lui ha messo tutti in un sacco e rispedito al mittente. Complimenti.
    Se questa è tolleranza e non è – invece – fomentare il razzismo.

    Parole dure le mie e me ne prendo la responsabilità.

    Un grosso abbraccio farfalla e a tutta la tua famiglia allargata

    sheraccidentipicchiaduro(aparole)

  53. Rudiae ha detto:

    ….e mo’ che c’entrano i carabinieri???

    “chi fa questa scelta la fa per soldi e basta”!.. (????????????????)

    mi “compiaccio” con AlmostMe che a quanto pare conosce profondamente tutti i carabinieri d’Italia! (…e mi chiedo al contempo lui la sua scelta per cosa l’ha fatta!)

    Scusa Aurora ma sai com’è??!! “Certo” qualunquismo e pressapochismo mi fa infuriare!

    baciGRRRRR!

  54. sherazade2005 ha detto:

    ru

    riprova!

    come vedi..non vedi!

    parliamo d’altro che ne dici?

    bacilassaperde

  55. anonimo ha detto:

    Alle cinque mi svegliavo prima e mi sveglio adesso….ma ora in compagnia….
    comunque Pietro dorme dalle 9 di sera alle 5 di mattina tutta una tirata……….

    Marcoacuibastanocomunquecinqueoredisonno

  56. aglajaGE ha detto:

    Ma sono io, o il blog è tutto sfalsato in basso?

    A.

  57. irazoqui ha detto:

    tolleranza, rispetto e condivisione.
    certo. sono d’accordo.
    una notte buona.

    iraz

  58. anonimo ha detto:

    buon inizio di settimana

  59. Rudiae ha detto:

    “quella zona è uno scempio di povertà e di degrado…”

    …ma è lì dove non è visibile ai più!
    Son più visibili i lustrini del centro che fan dire “bravo il sindaco”… quasi quasi lo facciamo diventare anche premier così ci lustra per benino tutto l’italico suolo!!!

    tolleranza… rispetto… condivisione… ma se dall’altra parte c’è chi ne approfitta che si fa? si continua a vivere al di qua delle grate delle nostre case, a non esser liberi di uscire dopo una certa ora, di frequentare certe zone… manca poco che suoni pure il coprifuoco!!!!

    baciIMPOTENTI

  60. anonimo ha detto:

    buongiorno Amore
    oggi è un casino
    mi sono svegliata anche tardi e il capo ha già chiamato
    tuA

  61. avante ha detto:

    shery
    accantoniamo per un momento i moti di giustizia popolari e certe scelte governative che hanno un sapore di marzapane . una cosa vorrei chiederteLA ti pare corretto tollerare questo genere di povertà?consentire che l’uomo viva in uno stato simile. non vorrei che si tutelassero i vari habitat ideologici e ci si dimenticasse della dignità dei poveri.

    In questo caso ho i miei seri dubbi sul pensiero biologizzato so solo una cosa se uno vive da bestia il più delle volte finisce per assomigliargli.

    AAAprontoafareunbagnocooAAAnelfontanonerossorosso ;=)

  62. anonimo ha detto:

    AAA-more shame x all

    “ti pare corretto tollerare questo genere di povertà?consentire che l’uomo viva in uno stato simile. ”

    Non solo non è ‘corretto’ ma è ingiusto.
    E la politica c’entra pesantemente
    perchè non è nè di dx nè di sx GARANTIRE a chi vive re-go-lar-me-te nel nostro paese uguali diritti e pari dignità.
    Ma la LEGALITA’ è un problema che ci tocca in prima personaperchè
    il marcio parte proprio dallo sfruttamento di immigrati al nero,
    dagli sciacalli che lucrano sulla
    sulla povertà, sulla paura, sulla disperazione.
    Dalle politiche di sostegno che non si fanno ai paesi di origine.

    AAA tu sai meglio di me che il trave nel nostro occhio è immenso.

    E il cammino tortuoso non si risolve
    con l’espulsione di una sola categoria di immigrati demonizzandoli tutti.

    sherabbracciaforteAAAxpauradaffogarenelmaredellafontana

  63. anonimo ha detto:

    Cannallina

    piu’ o meno rispondo quel che ho espresso al mio amico AAA.

    Ragioniamo a ‘bocce ferme’ con calma.

    buonagiornata soleggiatissima

    sheraddietagiàmangerebbeunbove

  64. sherazade2005 ha detto:

    Daniel Amit, che avevo conosciuto a Roma per rapporti di lavoro e a volte incontrato con altri amici, si è suicidato l’altra notte a Gerusalemme, dove insegnava parte dell’anno.
    Daniel era un fisico statistico apprezzatissimo che teneva corsi anche all’Università La Sapienza di Roma.

    Politicamente impegnato, quando le truppe alleate entrarono a Baghdad, decise di interrompere una quarantennale collaborazione e di troncare ogni rapporto ufficiale con la comunità scientifica statunitense.

    sheraccorata

  65. sherazade2005 ha detto:

    ….sparito commento :=(

  66. anonimo ha detto:

    Amore
    oggi il pranzo è saltato
    recupereremo stasera….
    tuA

  67. sherazade2005 ha detto:

    tuA

    PERCORTESIA recupera e non andare fuori del seminato.

    shera

  68. irazoqui ha detto:

    care amiche e cari amici,io vedo una cosa: si sta procedendo,a palazzo e su certi giornali, alla “costruzione del nemico”. il nemico come “altro”, come “sconosciuto”, come “mostro” e come “paura”.
    siamo davanti a un veltroni ed a un cofferati che hanno smantellato, insieme ai campi dei nomadi, una delle più sostanziose ed irrinunciabili eredità del marxismo e della cultura socialista e libertaria: ovvero l’internazionalismo. in base al principio, per me sacrosanto, dell’internazionalismo non esistono rumeni, zingari, belgi, croati, serbi, tedeschi, ecuadoriani ma soltanto oppressori ed oppressi.
    padroni e proletari.
    oggi nei rumeni vedo i proletari. veltroni e cofferati hanno la faccia dei padroni.
    in veltroni e cofferati non mi riconosco neppure una razione di grammo in più di quanto non mi riconosco in fini, berlusconi e casini.
    non si chiama qualunquismo ma consapevolezza.

    iraz.

  69. sherazade2005 ha detto:

    attento ira!

    adesso vado di corsa ma vorrei che tu riprendessi il ragionamento lasciando fuori l’ultimo pensiero che non posso condividere.

    confusioni ve ne sono anche brutte ma NO l’assioma fini,berlusconi ecc.
    ti prego NO.

    corro o…il mio padrone mi licenzia

    (ps grazie dell’ “onore” nonche’ onere)

    sherascapparazzoinmotorino

  70. aglajaGE ha detto:

    Io continuo a pensare, nella mia beata ingenuità, che, finchè continueremo a scindere il mondo in categorie, non riusciremo mai a vivere nell’ottica di quei principi di cui discutevamo prima: tolleranza, rispetto, condivisione.

    Non credo si possa distinguere tout court in popoli buoni e popoli cattivi, poveri solo buoni ed oppressi e benestanti solo cattivi ed oppressori, e così via: rischieremmo di finire in un manicheismo di maniera, poco attento alla realtà. Ragionando per problemi e per individui (non masse informi), forse potrebbe essere meno traumatico arrivare a soluzioni e compromessi (io credo che il compromesso sia il primo passo per non sbranarsi).
    Ad esempio, come si chiedeva AAA, è concepibile che esistano campi come quelli sgombrati in varie città italiane (Genova compresa)? Lager dove non vi sono le minime condizioni di sopravvivenza? Rifugi precari sotto ponti ferroviari, lungo argini di fiumi, in fabbriche dismesse.. E’ ovvio che in questa indecenza nasca violenza, abbruttimento, sopraffazione. Tuttavia, uno sgombero istantaneo nato sull’onda emotiva di episodi agghiaccianti è una risposta insoddisfacente e crudele. Perchè non offrire soluzioni alternative come possono essere case popolari o d’accoglienza? Perchè non pensarci quando il fenomeno era ancora in fieri?

    Certo vi sono situazioni e situazioni, individui e individui. Vi sono migranti che cercano disperatamente di sfuggire alla povertà del paese di provenienza, e che si arrabattano nell’attesa di trovare il sospirato lavoro, la sospirata sistemazione. Vi sono delinquenti che, qui o altrove, seminerebbero comunque morte e violenza. Vi sono popoli che, per cultura e tradizione non sono stanziali e che non accetterebbero comunque l’offerta di un “punto fermo”.

    Ecco, mi sono “incartata”. Non è facile arrivare a una conclusione a una soluzione.
    Mi viene da dire che chi più ha più dovrebbe offrire, ma con la fermezza e la consapevolezza di dare ed esigere rispetto.

    basta, chiudo.

    A.

  71. sherazade2005 ha detto:

    Aglj cara

    non sei tu ad incartarti ma ingarbugliata la visione.
    la mia risposta ad AAA mi sembrava attinente:
    “Ma la LEGALITA’ è un problema che ci tocca in prima personaperchè
    il marcio parte proprio dallo sfruttamento di immigrati al nero,
    dagli sciacalli che lucrano sulla
    sulla povertà, sulla paura, sulla disperazione.”

    ‘Buffo’ sia passato inosservata non tnato la morte di una persona da me conosciuta, ma quel qualcosa che di lui ho ritrovato e proposto e suona così inquietante e attuale per le domande che pone a NOI, noi che siamo qui tutti ad arrovellarci.

    ““Se avessi anch’io fatto il mio dovere ..” DOVERE.
    Si tende a pensare ad uno Stato di
    DIRITTI ma si ha anche dei doveri e il dovere – dico – non di essere solo noi ad accettare l’ “altro” ma fare in modo che chi è riluttante capisca.
    “…E perciò è necessario che spariscano gli indifferenti…”

    addopo

    shera

  72. avante ha detto:

    iraz..
    internazionalismo e ch’è ? pensa io vivo dove esistono le regioni e i più se ne vantano pure.

    shery…
    gli habitat che intendevo io sono i nostri , non è possibile scaricare ogni colpa sempre di rimando ad altri.Noi siamo persone non possiamo diventare cellule , siamo sempre figure che abbiamo in noi il nostro centro. chi agisce privatamente deve comportarsi eticamente ,la cosa cambia non appena si agisce politicamente ,l’utile dello stato è l’unico punto di vista che guida il suo diretto rappresentante. Quindi certe decisioni nche in se molto discutibili hanno una sua logica(almeno per me) in quanto quasi tutti i processi statali perdono il carattere propriamente umano e ne acquisiscono uno macchinale.

    Gran brutta storia il suicidio, maniera atipica di voler raggiungere il proprio sommo bene .

    Aaaincontinuoextrememakeover 🙂

    AGLJ..
    ieri a marassi 3 a 3 e AAA costretto per ad una continua sosta ai box per scaricare la troppa adrenalina. :)))

  73. sherazade2005 ha detto:

    AAA

    credo si stia dicendo la stessa cosa.
    Uno Stato distorto diventa macchina
    (che fagocita e tritura) quando ci si nasconde dietro un ruolo e si perde il concetto di appartenenza.

    sheraffamataditroppecose

  74. aglajaGE ha detto:

    Shera, ti sembrerà incredibile, ma il commento riguardante Daniel Amit, non l’ho proprio visto e me ne scuso, comprendendo il tuo dolore per questa perdita, avvenuta tanto tragicamente 😦

    Per quanto riguarda la sua coraggiosa scelta di tagliare i ponti con i rappresentanti di uno stato di cui condannava le scelte, non posso che considerarlo un atto di coerenza estrema con i propri ideali.
    Credo tu l’abbia segnalato in questo contesto per legarlo al discorso di un concetto di legalità che deve partire dal basso, da noi.
    Sono certamente d’accordo, ma sia lo stato a colpire con la certezza della pena questi immondi comportamenti che ricordavi.
    Che poi si induca “gli altri” (ma in primis noi stessi) a vincere l’indifferenza quieta, pronta a trasformarsi in ira funesta e razzista quando scoppiano le solite annunciate tragedie, beh, non posso che concordare. Nel mio infimo, a scuola, al mio variegato gruppo etnico di alunni 🙂 cerco proprio di comunicare l’impegno, la consapevolezza, la solidarietà, la giustizia, l’uguaglianza.
    Almeno bisogna provare, dico 🙂

    Ciao 🙂

    A.
    P.S.: AAA, la mia adrenalina si è scaricata in gesti inconsulti e in frasi irripetibili: tutte cose che minano la credibilità di quanto scritto sopra. Per questo mi confesso qui, nel post scriptum ;-D
    Ciao

  75. sherazade2005 ha detto:

    Aglj

    per fortua la cena mi rincuorerà dal fatto che non mi segui con grande
    interesse :=( e la debolezza mi impedisce di rattristarmi (troppo).

    Vedi? lo Stato è fluido NOI siamo quelli che lo attuiamo, tu a scuola io, AAA Noi tutti un po’:

    “E perciò è necessario che spariscano gli indifferenti, ”

    Ciao Daniel Sit tibi terra levis.

    sherazadesenzastoria

  76. DarkVenom ha detto:

    Buonasera’

    Piacere…

    Sono daccordo con te…

    ma a volte per volare in alto cè bisogno dei amici…
    ma per chi è solo nn si vola lontani

  77. romanticaperla ha detto:
  78. aglajaGE ha detto:

    Shera! ma io non l’ho proprio materialmente visto! E sì che mi bullo di essere un’osservatrice :-/
    Mi consolo pensando che può essere stato uno scherzo di Splinder.

    Tra l’altro continuo a vedere sballato il template, come avevo segnalato ier sera. Ripeto: è un problema mio o anche gli altri non visualizzano correttamente?

    A.

  79. sherazade2005 ha detto:

    Farfalla :=)

    il testo di cui parlo è in home page.
    Non è successo niente.

    Il mio template sballato? in che senso?

    QUALCUNO VDE DEI DIFETTI. PLEASE!

    Buona notte a domani

    she’

  80. sherazade2005 ha detto:

    Vanyromanticona

    regalami pensieri, riflessioni e non cioccolatini:sono terribilMENTE a dietaferrea.

    see you soon

    she’

  81. sherazade2005 ha detto:

    Darkvenom

    “ma a volte per volare in alto cè bisogno dei amici… ”

    casa mia è casa..mia ma tu sei benaccetto ;=)
    Ti aspettiamo

    sherassaiaccogliente

  82. Soulboarder ha detto:

    Vedo che continui ad aggiungere a questo post. E certamente c’è un nesso tra il grande scienziato Amit e la fontana rossa esattamente come c’è tra il grande pacifista Amit e la violenza di questi giorni. Epperò la vita non è solo dichiarazione d’intenti ma per forza anche atti pratici… Sperem, ma ho i miei dubbi. Aloha

  83. Rudiae ha detto:

    IO vedo benissimo! iL TEMPLATE E’ PERFETTO!!! ;-)))

    si diceva….
    rispetto per le diverse culture: “culturalmente” alcuni nomadi vivono così e “campano” di espedienti…
    non vogliono adattarsi ad altro e noi regaliamo le nostre periferie affinché vivano come gli pare…

    poi succede anche che un ITALIANISSIMO che soffre di depressione decida di sparare sulla gente… ma bisognava “rispettare” la sua “cultura armaiola…”

    poi ancora (notizia fresca fresca) capita che una italianissima mamma accoltelli l’anziana maestra del figlio sospettata di pedofilia… e alimentiamo pure la “cultura” del sospetto…

    e forse poi chi pensa che non ci sia soluzione alla “cultura” dell’odio… decide di togliere il disturbo…

    buona giornata pregna di riflessioni interessanti!

    bacigrandi

  84. sherazade2005 ha detto:

    Buongiorno caro signor Giufo

    “azioni positive” sono cosi’ chiamate (etichettate) i piccole atti di attenzione, gentilezza, generosità che si possono compiere gli uni verso gli altri.

    Nè tu nè io potremo smuovere i mondi del dolore ma sta a NOI
    – lo dico biecamente – regalare un sorriso, un mom di ascolto anche al
    tanto vituperato ‘lavavetri’ che se sta qui è perchè ha lasciato dietro di se un suo mondo doloroso piu’ di quello che ha trovato da noi.

    Vi ricordo per tutti un primo grande film di Gianni d’Amelio “Dall’America”,
    dategli uno sguardo: nulla è cambiato (se non molto peggiorato da allora).

    Corro senno’ mi licenzianoNONONO!

    sheralsoledinovembre

  85. anonimo ha detto:

    Buongiorno principessa !!!!
    Buona settimana…sul tuo post che dire…troppo ci sarebbe da dir cara mia donzella.
    Donne con le palle, come hai ben detto tu donne determinate, che sanno dar voce alle proprie idee, ma non carrarmati armati di scudo e fucili altrimenti le donne più degli uomini san far carneficina :DDDD
    La fontana di rosso vestita sarà pure originale, ma a me non piace e dirò di più quel genio di artista per me è proprio un idiota ma onuno ha i suoi mali….
    E se di mali parliamo commentare quel che è successo a Giovanna, sarebbe poco a parole.
    Immigrazione si ma per vivere onestamente altrove non per spacciare, portare prostituzione uccidere.
    Se questa è la legge che regola il flusso migratorio allora ognuno a casa propria.
    Questo è solo un modo per creare razzismo, per dare disagio e per far vivere male tutti chi nasce e chi arriva in un paese.
    Le donne poi come tali non sono merce da baratto, carne da macello, non siamo all’età della pietra e un uomo che si permette di far uso del corpo femminile , un qualsiasi essere che abusa del corpo d’altri deve essere punito….fanno bene a mozzare le mani gli Arabi!
    Perdona i mie pensieri confusi buttati li forse senza un discorso fluido ma ho bisogno di un caffe
    Ti bacio con skiocco
    Patri

  86. aglajaGE ha detto:

    Rudiae, Shera, passo velocemente e scappo: visualizzo il template malissimo. In alto, spezzata e senza sfondo nella parte inferiore, la colonna sottile di destra. Il corpo dei post, invece, tutto spostato in basso :-/
    Questo da tre giorni.

    Ora scappo davvero.

    Bacioni 🙂

    A.

  87. avante ha detto:

    AAA…
    devi ammettere che a diplomazia del paradosso non ci batte nessuno . Adesso sono le istituzionii rumene a minacciarci. (Almeno il l’ho letta così le frasi sibilline dell’ambasciatore).
    Sarei curioso di sapere quale metodo è adottato per essere a capo della farnesina. le tre carte ,lo scopone scientifico o una bella briscola in 5.?

    prima o poi ti avremo sulla coscienza se perdi il posto di lavoro.

    Ti ci vedi precaria? ;=)

  88. Rudiae ha detto:

    Aglj…
    credo sia il lettore musicale a sfondare da te il blog di Shera…
    forse dovrebbe provare a metterlo infondo… forse!!!

    Comparuzzo… Shera precaria??? NO no no!!!…
    ——————————–

    ma a proposito…..SHERA…. DOVE SEI???

    A Perugia (e non solo) pare ci siano strani giri in ambiente universitario. Sempre nella cittadina umbra lo scorso anno è sparita nel nulla una studentessa leccese senza lasciare traccia… c’è da star poco tranquilli… indipendentemente dalla cittadinanza di chi si approccia.

    baciPREOCCUPATI

  89. paolozippo ha detto:

    Vedi che alla fine… prima o poi ci si ritrova ? E’ solo questione di tempo…
    Paolo

  90. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more tutto di tutto

    A costo di risultarti AAA-ntipatica
    ma chiara sottolineo che non è la nazionalità, non è il singolo gruppo
    che fanno di un popolo dei carnefici.
    Sono CVONTRARIA allo smantellamento di qualsiasi campo nomadi o sia chi sia sull’ ONDA dell’EMOTIVITA’.
    Rispetto delle regole in ogni senso
    e MAI discriminazione di, ora manco piu’ di colore!, ma di nazionalità.

    Il tema della sicurezza è diventato nodo cruciale i “media” lo cavalcano alla grande con cronache quotidiane di rapine nelle case, scippi, aggressioni, violenze contro le donne. Aggiungi precarietà e incertezza per tutti per il futuro
    fai la somma e per chetarsi va ricercato un capro espiatorio e chi meglio degli immigrati?

    Dimmi, ditemi quanti italiani ‘veri’
    conoscete che usufruiscono di – dico la piu’ comune – badanti e l’anno messa in regola? Quanti muratori sono regolarmente segnati se non alla lista – assai lunga – delle morti bianche?

    Scusate non mi sento di fare un comizio ma… come ho detto a Giufo
    “azioni positive” partano da noi.

    sheracheguardaconAAAffettoallatrinacriafricadelnord

  91. sherazade2005 ha detto:

    PattiBoo

    non sarei cosi’ drastica – oggi – sul gesto del pazzoide rispetto al rosso della fontana di trevi!

    Oggi la vedo orrendamente raccoglitore di sangue, troppo ne scorre.

    Non ha – forse – ragione Anleto a volere le Ofelia del mondo in convento? Violenza psicologica per salvare dalla violenza fisica?

    Un bacione grrrandissimo
    ur princessxever

  92. sherazade2005 ha detto:

    Rurururururururu

    ecchime :=)

    Perugia? si ricordo c’erano di mezzo i frati di un convento? Deluchi parito di Chi l’ha visto sarà informatissimo.

    Precaria??? non essendo entrata nel pd credo che io possa definirmi sulla
    ‘sogliola’ del precariato e poi tanto tra te e tutti un tozzo di pane a integrare la dieta lo trovero’ bene no?

    Bacidapettodipolloespinacetti

  93. sherazade2005 ha detto:

    opssssssssss

    datemi un vitello grasso!

    Zippino è comparso all’orizzonte.

    Zi’? ti accoglie alchy e ti omaggia

    sherazade

  94. DarkVenom ha detto:

    Buonasera’

    grazie è un vero piacere =)

    a presto

  95. DarkVenom ha detto:

    Sono molto contento….=))

  96. madkaine ha detto:

    ecco… sai che non sono uno positivo… capisco la rabbia…
    capisco l’odio..

    mai la violenza… mai la sopraffazione… mai la cattiveria…

    alla fine il mio odio si esprime nell’ignorare gli altri…

    magari nel non fornire il mio aiuto… o cmq meno…

    ma MAI … mai ferire … è qualcosa dell’animo umano che non capisco (e spero di non capire ancora per molto)

    un bacione grande…

  97. irazoqui ha detto:

    un po’ provocatoriamente ho scelto di esprimermi in modo netto, crudo, quasi burocratico. anche perchè a giocare con le sfumature ed i “distinguo” già ci pensano i nostri politici. e, di fronte alle emergenze, di fronte a questi signori che parlano di “allarme sociale” dimenticando anche il principio di “responsabilità individuale” mi pare che ognuno debba mostrare la propria carta di identità. la mia è quella di un luxemburghiano,di uno che ritiene fallita l’applicazione del comunismo già pochi mesi dopo la rivoluzione del 1917. ci tengo a dire questo, perchè in questo universo di ex stalinisti oggi kennedyani mi pare che la chiarezza sia un valore. anche se la chiarezza costa cara, costa recisioni, rinuncia ad essere “questo” ma anche “quello”.

  98. Rudiae ha detto:

    “Siamo tutti fratelli, ma è difficile stabilire chi è Caino e chi è Abele”

    Crozza a Ballarò ricorda E.Biagi citando un suo aforisma che qui, mi pare, ci cade a fagiuolo.

    BaciDiBuonaSerata

  99. sherazade2005 ha detto:

    ira

    ti ringraziomolto perchè sopratutto io tengo, appunto, ad essere inequivoca.

    “dimenticando anche il principio di “responsabilità individuale” mi pare che ognuno debba mostrare la propria carta di identità”

    Infatti, non solo dico di essere d’accordo ma chiedo e vorrei che
    tale principio fosse praticato dai singoli e per ‘singoli’ intendo ognuno di noi in quel che gli è dato contribuire.

    A bien tot

    Sherasatollanchesestremata

    ps sono stata iscritta al pci. nel pci ho militato. non mi sento ex mai.
    Ci sono cicli che si aprono, altro che si concludono.
    Esiste il passato che è un grande bagaglio. “ex” non rientra nel mio vocabolario.

  100. sherazade2005 ha detto:

    Maddy

    caro amico mai perso, mai ex.
    entrambi abbiamo chiuso il ciclo su Blogger, ora continuiamo a blobloblo
    (madbollonero docet) su Splinder.
    “…ma MAI … mai ferire …”

    sheradirefarebaciare

  101. sherazade2005 ha detto:

    rururururu

    ho interrotto la visione televisiva.

    Mi spiace se contraddico lo stimato Maestro MA ben oltre gli arzigogolamenti la distinzione netta
    tra i due esiste ed è netta: Caino
    uccide! Se poi vogliamo metterlo in discussione si puo’ anche farlo ma
    “Il fatto” resta tale.

    baciabeliniabeliani?

  102. sherazade2005 ha detto:

    Dark

    mi fa piacere che tu sia contento, sai io sono notoriaMENTE un po’
    scorbutica :=)

    sherachesinascondedietroundito

  103. irazoqui ha detto:

    io mai iscritto a nulla però sempre schierato.
    con stima
    iraz.

  104. Rudiae ha detto:

    Caino è anche chi crea terreno fertile (Bush forse non ha personalmente ucciso mai nessuno, però…), oppure chi fa come Pilato e se ne lava le mani; Caino è l’indifferente…

    …è proprio in questo marasma politico, dove si cerca il capro espiatorio (che non c’è) che viene a mancare quella netta differenza. E finiamo per essere un po’ tutti assassini e vittime.

    buona giornata…

    ps. il banner sulla manifestazione a Roma quando l’hai inserito?
    I problemi di visualizzazione template potrebbero essere causati da quello o dal lettore musicale.
    prova a metterli in cima alla colonna dei post…

    baciTECNICIprovaCHEtiRIPROVAallaFINEtuttoS’AGGIUSTA! 😉

  105. anonimo ha detto:

    Dolce cannellina

    era ovvio che il Caino viene identificato non solo in chi ha il coltello in mano ma anche – soprattutto – in chi lo ha dalla parte
    del manico e le mani le fa sporcare di sangue agli altri.

    Siamo tutti vitteme e carnefici?
    NO, o solo in parte. Molto dipende dalle scelte individuali e
    dalla propria coscienza.

    sherachenonsirassegnalpeggio

  106. anonimo ha detto:

    PS

    il lettore musicale nn ha mai dato noia, cosi’ mi pare anche il banner
    della manifestazione (che non saprei come inserire diversamente..Helppp).

    Credo che non mi veda bene Aglj perchè utilizza mozzilla firefox, i osbaglio?

    bacimoltomovimentatislalomandotramanifestazionivarie

  107. sherazade2005 ha detto:

    iraz

    il paragone calza male ma è un po’ come nel matrimonio che ‘apprescindere’ è un atto ‘ufficiale’ di
    assunzione di proprio responsabilità e se vuoi anche di appartenenza.

    Io ho militato nel pci ( e poi solo nel pds) dopo chi che ho ritenuto di non dovere dare piu’ la mia adesione incondizionata pur continuando a votare a sx.

    salut

    shera’

  108. stazionetermini ha detto:

    Non mi sono dimenricato di te…anzi. ora che sono tornato a leggerti mi sono rimesso a paro. Scrivi tantissimooooooooo…ci vuole tempo e testa per leggerti….
    Il mio blog è molto più soft..
    ciaufffffffff

  109. aglajaGE ha detto:

    “Caino è anche chi crea terreno fertile (Bush forse non ha personalmente ucciso mai nessuno, però…), oppure chi fa come Pilato e se ne lava le mani; Caino è l’indifferente…”

    Bella e condivisibile l’osservazione di Rudiae. L’indifferenza è alla base di tutto: c’è, come scrive Shera, sia in chi affonda il coltello, sia in chi arma la mano omicida, sia in chi osserva atarassicamente.

    A.

  110. aglajaGE ha detto:

    Comunicazione di servizio: capito tutto.

    Ho sul mio pc sia I.E. che Firefox, che uso indifferentemente per aprire i diversi siti o blog.
    Il problema di visualizzazione, me ne sono accorta solo ora grazie alla domanda di Shera, sussiste solo quando apro con mozilla, mentre con explorer va tutto bene.

    Quindi, care webmaster, si tratta solo di ottimizzare anche per le volpi di fuoco 🙂

    Ciao

    A.

  111. aglajaGE ha detto:

    La poesia di Nazim Hikmet suggerisce un abbandono fiducioso all’amore che mi scioglie teneramente: se ne ha bisogno, ogni tanto (ogni sempre, vorrei scrivere, ma non si può 🙂 )

    ciao

    A.

  112. sherazade2005 ha detto:

    a posto cara Aglj-ina

    anche se ora ho provato con il banner nella colonna centrale.
    E poi, ho scoperto con Rururu
    che l’amico giufo “ha” il post su 3 dico 3 colonne che io non vedo!
    per me lui ne ha sempre avute due!

    fine com di servizio.

    Non conoscevo le poesie di Nazim Hikmet: il mio capo sapendo che andavo in turchia me ne ha regalato
    una piccola raccolta :=)

    Un bacione farfalla zenese

    she’

  113. aglajaGE ha detto:

    Io visualizzo bene le tre colonne del blog di Giufo: a proposito, anche il mio è a tre colonne. Le visualizzi?

    Di Nazim Hikmet amo in particolare questo verso “Il più bello dei mari
    è quello che non navigammo”.
    Del resto pur’io “non amo che le rose che non colsi” à la mode de Gozzano 🙂

    Ciao

    g

  114. sherazade2005 ha detto:

    siiiiiiiiiiiiiiiii

    le tue tre colonne le vedo ma spesso – come ti ho gia’ segnalato – prima di arrivare al testo devo fare
    scorre parecchio la pagina.

    Il lato romantico del cuore è il dolce
    (a volte un po’ stucchevole) della
    nostra vita :=)

    sheracomesiamoromantiche :=)

  115. aglajaGE ha detto:

    Mannaggia ai template! 😀

    Shè, mi sono permessa di “rubarti” il bannerino per la manifestazione del 24 novembre per inserirlo sulla mia colonna di sinistra (tant’è.. ;-)) )

    A.

  116. anonimo ha detto:

    Cavoli non riesco a seguire questi post fiume…….
    dalle poesie belle alle palle

    A proposito anche a me i post si vedono sfasati con firefox

    Marcoacuipiaccionotantissimoimaialinidalatteconlepatate

  117. anonimo ha detto:

    anche la mia scrittura è sfasata……. 🙂

    Marco

  118. AlmostMe ha detto:

    adoro le donne con le palle!

  119. DarkVenom ha detto:

    Buonasera’

    già…
    mah però io sn oscuro vivo nella penombra…

    buona serata

  120. sherazade2005 ha detto:

    marcuzzo

    par condizion a me mi piacerebbero molto i bambinelli sui 10mesi con quei cosciottini mmm e i ditini da sgramocciare eppure so che non si deve (dovrebbe).
    GIU’ le mani dal miopensiero di un maialino vietnamita :=D

    ALLORA sia chiaro, se tu passassi
    tutti i santi giorni ad omaggiarmi vedresti che le righe da leggere sarebbero leggere e solo una decina.

    tu vai girando di qua, scrivendo dilla’
    che fai alla moretti ‘giiiro, vedo gggente..’?

    (Ossignur che ho detto magari mi prende sul serio e scappa dicendo che sono ‘appiccicosa’ e che faccio shenate di gelosia :=(…

    sherachesenteilprofumodellepatatearrostoSENZAmaialinoNO

  121. sherazade2005 ha detto:

    Dark

    in nomen omen? dai la luna brilla
    bianca ed illumina nn stare in penombra.

    Buona serata anche atte’

    she’

  122. sherazade2005 ha detto:

    Allmost

    tecnicamente ‘vien bene’ con quattro pallette?

    ciao

    sheresenzapallettesisentediunbene

  123. irazoqui ha detto:

    no, non calza male il paragone con il matrimonio. e sarebbe molto piaciuto a kierkegaard. cosa vuoi, io nasco “anarchista” (anarchico è una parola troppo grossa e dignus non sum), poi prendo varie sbandate ma sempre all’interno di posizioni (postazioni?) libertarie.
    sono affezionato alla barba di marx, alla tenerezza e all’ intelligenza di rosa luxemburg, a cafiero, malatesta, pietro gori. condivido debord e credo di stimare oreste scalzone. ho in uggia gli stalinisti, e non provo alcuna simpatia per ingrao, napolitano e tutti gli altri signori che nel 1956 hanno approvato l’imperialismo sovietico. ho grande interesse per mario tronti.
    mi è capitato di votare DP, PCI, VERDI e RIFONDAZIONE COMUNISTA.
    da qualche anno non voto più.

  124. sherazade2005 ha detto:

    Ingrao ha rielaborato il 56 forse hai perso un passaggio.
    Mario Tronti è certamente uno degli intellettuali piu’ fini e lucidi che ci restano. E’ presidente del Crs che io frequento da sempre e di cui anche ingrao fu presidente.
    ci accumunano dei percorsi ma io
    continuo a guardare (a volte con disagio) dall’interno del ‘gorgo’.

    bonne nuit

    sherachel’internazionaleèbellssempre

  125. Soulboarder ha detto:

    Il post continua a crescere. Non posso fare a meno di chiedermi se arriveremo a fine anno aggiungendo un argomento al giorno. 🙂 E non so perché ma questa roba mi ricorda una signora che viveva su un’isola qui di fronte e tesseva una certa tela… ;-D)) Aloha

  126. Rudiae ha detto:

    Bene, mi piace il buon proposito di questa giornata…
    pronti, partenza…via!

    Comprendiamoci e completicamoci a vicenda… e non fate i furbi…facciamo che sia reciproco!

    baci SOLEGGIATISSIMI…
    finalmente oggi non c’è nebbia…

    ps. Giufetto… Shera novella Penelope che tesse e sfila proprio non me la immagino!!! Però in effetti se “tesse” ancora un po’ su questo post per cliccare sui commenti arriveremo in Antartide ;-))

  127. anonimo ha detto:

    mia cara Rururururu

    solidarieta’ al femminile e NON già
    sUpportare Giufetto :=)

    Del resto cara la mia amica alla fine se guardi bene i miei piccoli “postino” quotidiani a male pena ne fanno uno del ‘nostro Giufo nazionale.

    SWole meraviglioso anche qui.
    Voglio andare al maaaaaaaaare..
    che fai ti accodi?

    bacichepiuallegrinonsipuote

  128. sherazade2005 ha detto:

    Messer deGiufi

    il mio ‘postino’ quotidiano cresce…
    e come dissi alla diletta amica MAI
    potrà uguagliare la di lei giufa beltate e longitudine (latitudine non dato sapere, ma scopritti a TRE colonne!).

    Tesso, tesso azioni positive e non le cancello ma – ove fattibile :=) –
    nella notte le rafforzo.
    Non Proci ma uomini d’onore.

    troppo shema. MI pedonino i passanti.

    sheryondasuondaltaebrividosa

  129. arietta ha detto:

    Le donne le palle non le vogliono. Troppo spesso devono pagarle a caro prezzo e siccome per natura non ci appartengono, ne facciamo a meno.
    La volgarità di questa frase sta tutta nel fatto che quei gingilli pesano più nella testa che nel corpo delle donne abituate a sostenere pesi non indifferenti in ogni caso.
    Scherzavi, ovviamente, riguardo al colore del post n’est-ce pas?

  130. romanticaperla ha detto:

    Bisogna imparare a fare delle cose importanti.
    Bisogna avere delle idee grandi.
    Bisogna riempire gli occhi e il cuore di cose
    che siano all’inizio di un grande sogno.

    A.Tarkovskij

  131. anonimo ha detto:

    scrivendo un commento su un altro post culinario ,mi sono ricordato che in alcuni paesi vicino a Udine il giorno della festa degli uomini si mangia un piatto particolare….

    le palle di toro……

    Ciao….

    Marcochefaunaprecisazioneindispensabileperquestopost

    ma a Pasqua quest’anno hai deciso di mangiare maialino invece di agnellino?

  132. sherazade2005 ha detto:

    Marcuzzo

    anche nelle campagne del piemontese fanno la festa agli attributi taurini..forse in mezzo ci capita anche qualche uomo?
    dico una cosa seria:
    non sono vegetariana ma qualcosa a cui tengo è MAI contribuire alle mattanze mirate. A pasqua certamente non mangio agnellino cosi’ come a natale cappone o…

    sherachelapellicciadivisone(indistruttibile)cigirainmotorino

  133. sherazade2005 ha detto:

    Romanticadolcezza
    “Bisogna riempire gli occhi e il cuore di cose
    che siano all’inizio di un grande sogno. ”

    grazie del Tarkovskij che ci regali
    in grande sintonia.

    Buonanotte

    she’

  134. sherazade2005 ha detto:

    Arietta

    benvenuta :=)

    Quale che sia la motivazione il binomio
    “donne/palle” lo rifiuto categoricaMENTE.

    Peer il colore del post e tutto il resto ci siamo chiarite.

    sherafelicissimadiunanuovamica

  135. Rudiae ha detto:

    Assolutamente VOLARE ALTO, rompere la gabbia e PRETENDERE ALTRO…!

    Mi piace il richiamo a Marilyn, lei DONNA con tutte le sue (nostre)contraddizioni…

    bacioINGABBIATO(???!)

  136. Soulboarder ha detto:

    Va bene. Questa Itaca mi piace e lo sai. Di quella geografica ho presente una baia nella quale mi ancoravo sovente. Ti sarebbe piaciuta perché lì i cuori sono stretti tra le montagne ma liberi di palpitare verso il cielo sempre blublu. :-)) Aloha

  137. sherazade2005 ha detto:

    Soul so deep soul

    “i cuori sono stretti tra le montagne ma liberi di palpitare verso il cielo ”

    questa tua immagine così poetica (in una fase di appetito crescente)
    mi prende lo stomaco in un balzo di
    gioia sincera. Grazie :=)

    sherassaicommossaguarderàilpantheonringranziandoTI

  138. sherazade2005 ha detto:

    rurururu

    VOL(A)RE ALTO
    VOL(E)RE ALT(R)O

    e marilyn un ‘sogno’ di donnadonna:
    fragile, bellissima, e cosi indifesa (da se stessa).

    sheraffacciatallafinestravedeunsolicinoSI

  139. sherazade2005 ha detto:

    una rosa d’inverno di un venerdi’ cosìcosì

    sheraxvoi

  140. avante ha detto:

    volere altro per volare alto? uhmm. uno dei tanti dubbi ad osservare giù che mi viene in mente molto spesso è di far fatica a credere a ciò che sta oltre quello che noi stessi vediamo da laggiù.

    quandoguardogiùevedoaaacomincioasoffriredivertigini. 😉

  141. avante ha detto:

    lassù.

  142. sherazade2005 ha detto:

    AAA-more lapSU’? ihihih

    hai preso la rosa senza ringraziare?

    sherachenoncredeallevertigini

  143. aglajaGE ha detto:

    Shera, a te, ai moti del cuore che vogliono volare via, dedico questa poesia di Montale.

    In limine

    Godi se il vento ch’entra nel pomario
    vi rimena l’ondata della vita:
    qui dove affonda un morto
    viluppo di memorie,
    orto non era, ma reliquario.

    Il frullo che tu senti non è un volo,
    ma il commuoversi dell’eterno grembo;
    vedi che si trasforma questo lembo
    di terra solitario in un crogiuolo.

    Un rovello è di qua dall’erto muro.
    Se procedi t’imbatti
    tu forse nel fantasma che ti salva:
    si compongono qui le storie, gli atti
    scancellati pel giuoco del futuro.

    Cerca una maglia rotta nella rete
    che ci stringe, tu balza fuori, fuggi!
    Va, per te l’ho pregato, – ora la sete
    mi sarà lieve, meno acre la ruggine…

    Ciao
    Aglaja

  144. anonimo ha detto:

    un bacione Principessa…
    Marilyn l’adoro !
    Ti bacio
    patri

  145. sherazade2005 ha detto:

    PattiBoo

    ti lascio il mio sapendo che non lo riceverai prima di lunedi’ :=)

    buon fine settimana fanciulla!

    ur princess

  146. sherazade2005 ha detto:

    Aglaja

    come non ritornarnarti il piacere con un’altra poesia che entrambe amiamo ed offrirla a chi vorra’ leggerla?

    “Il più bello dei mari
    è quello che non navigammo.
    Il più bello dei nostri figli
    non è ancora cresciuto.
    I più belli dei nostri giorni
    non li abbiamo ancora vissuti.
    E quello che vorrei dirti di più bello
    non te l’ho ancora detto.

    (Nazim Hikmet)

    sheracomesempreunpo’feliceunpoferita

  147. Rudiae ha detto:

    Finito il temporale…
    sembra marzo…

    che belle poesie dolci amiche mie, che bella rosa…

    vi abbraccio e vi auguro splendida serata!

    cosa ci riserverà la pillola di saggezza di domani???
    quale consiglio porterà la notte?

    baciCORALcanterini

  148. nesia ha detto:

    Leggo e mi diverto.sempre belli i tuoi post.saluti nesia

  149. aglajaGE ha detto:

    Ed è così dolce rileggerla che, come ogni volta, il sorriso diventa commozione.

    Grazie, Shera

    A.

  150. sherazade2005 ha detto:

    Buona notte…un bicchiere di vino,
    oh! soltanto un Novellino orvietano.
    qualche formaggino sfiziosetto e a quasi letto. Fulmini come sciabole.
    Tuoni come..mmmche bello avere
    un buon tetto.

    Ciao Nesia cara è un piacere
    riceverti.

    Buona cantata (lunionefalaforzamanell’Unionenonsembramolto) Cannellina e buonanotte
    finoa domattina.

    sheramaistatacosìcretina

  151. sherazade2005 ha detto:

    TEMPO sulla capitale:
    C’è un bel sole che promette di durare…

    UMORE della scrivana: imposta andante allegria.

    Dove andare oggi? Guardate un po’
    forse ROMA è anche viverla quotidianamente nel suo gorgo

    sherachecorreveloceMENTEvia

  152. Rudiae ha detto:

    Certo… confermo…
    magari su quei bei bus a due piani!!?

    la prossima volta SICURO! (sempre che non piova!)

    bacituristici

  153. Rudiae ha detto:

    Triste…
    ma veramente magico chiudere così questo lungo post al femminile.

  154. aglajaGE ha detto:

    E allora ricordiamo Giglia con questo libro:

    “Ho imparato tre cose. Conversazioni con Giglia Tedesco”.
    A. Maria Riviello

    L’ Autrice intervista la senatrice Giglia Tedesco, protagonista di primo piano nella vita politica del nostro paese e del PCI in particolare. L’obiettivo è quello di ricostruire, attraverso l’impegno politico di Giglia, nel Partito e nel Parlamento, il clima e la cultura politica con cui sono state vissute tante battaglie che hanno visto le donne in prima linea, ma che hanno portato all’approvazione di leggi che hanno cambiato la storia d’Italia. Nell’ultimo capitolo Giglia parla anche della sua vita privata, dei rapporti col marito, Tonino Tatò, segretario di Berlinguer e dell’amicizia con Nilde Jotti.

    L’AUTORE
    Giglia Tedesco Tatò
    Nata a Roma nel 1926. Iscritta al PCI dal 1946, proveniente dai cattolici comunisti. Nel Comitato Centrale del PCI dal 1960, nella Direzione dal 1984. Presidente del Congresso di costituzione del PDS e del Consiglio nazionale dal 1993 al 1997. Associata all’UDI dal 1945, ha fatto parte della Presidenza nazionale dal 1959 al 1973. Eletta al Senato dal 1968 al 1994, è stata vice presidente del Gruppo e poi dell’Assemblea dal 1983 al 1987. Componente della commissione Giustizia, ha fatto parte del comitato per la riforma del diritto di famiglia ed è stata relatrice per la legge 194 e per la riforma dell’adozione.

    Anna Maria Riviello

    Nata a Potenza nel 1939. Presidente regionale dell’UDI di Basilicata dal 1974 e consigliere regionale del PCI dal 1980 al 1990. Nel Comitato Centrale del PCI nel 1989. Nella presidenza del Consiglio Nazionale del PDS dal 1991 al 1995. Dal 1997 al 2000 è vice presidente della Commissione nazionale per le Pari Opportunità. Ha pubblicato, tra l’altro, il romanzo breve Isabella Isabella (CalicEditori, 1993) e La Rincorsa, inchiesta sulle operaie della FIAT di Melfi (CalicEditori, 2003). Dirige con A. Califano Decanter, rivista trimestrale della sinistra lucana.

    Un saluto a una donna che ha lottato con le donne per le donne.

    E un abbraccio a te, Shera, che hai avuto il privilegio di averla amica.

    A

  155. Soulboarder ha detto:

    Un post kilometrico che si conclude con una conclusione vera. Io non so nulla di Giglia Tedesco a parte quello che ho letto qui e sentito al tggì ma comprendo bene la perdita di una persona che si può considerare di famiglia. Aloha

  156. sherazade2005 ha detto:

    Aglaja

    grazie ad essere tu a dare delle linee guida ‘tecniche’ che a me sarebbero state difficili.

    Anna maria Riviello è la mamma di
    Cecilia, oggi assessore alla politiche della comunicazione e pari opportunità del comune di Roma e moglie (oltre che madre di due pestiferi ragazzini!donna assai forte)
    di un mio caro amico Stefano con il qualle abbiamo lavorato per tanti al Centro Riforma Stato e direttore per tanti anni della rivista Antigone.

    Questo per cercare di spiegare la “grande famiglia” e i legami fitti di ideali (si ideali) e di forte amicizia che per tanti anni hanno legato molti di noi all’interno del pci, pds e ds.

    Oggi, davvero i tempi sono cambiati e le stesse persone sono cambiate.
    Solo le ‘alte gerarchie’ erano presenti all’inaugurazione della nuova sede del pd., nel loof all’ammericana affacciato su uno dei panorami piu’ belli di roma.

    Sto divagando ma – credetemi – la disaffezione, il “chi siamo” si sperde col ‘botto’ di una bottiglia di spumante magnum spruzzata sui fotografi.

    Maranello annoi ce fa un baffo!

    Giglia era aperta anche a questa nuova esperienza: non aveva negato un’ennesima volta la sua fiducia ma come per mia mamma non avrebbe approvato queste stupidi esibizioni un po’ pacchiane.

    Caro Giufo e

    cara Garofanina

    a voi risparmio di leggere oltre.

    Brividi di freddo e marmellata appena fatta di mandarini.

    sherarretrataneigustienelpensiero

  157. anonimo ha detto:

    Certe volte posso risultare pesante nei commenti e rischiare di sgualcire dei post….

    quindi ti saluto e ti auguro buona notte

    Marcochelaricettadellamarmellatadimandarinitelachiedeunaltravolta

  158. KatherineM ha detto:

    Un abbraccio per aiutarti a sostenere questa nuova perdita, questo ulteriore tasselllo portante nella vita tua e di Luca che viene a mancare.Ma Giglia non sarà mai assente del tutto, perchè continuerà a vivere nei vostri cuori.

  159. Rudiae ha detto:

    Bacio al volo…
    in partenza!
    Buona domenica!

  160. sherazade2005 ha detto:

    Marcuzzo: la tua ricetta è stata ‘postata’ da te ;=)

    Kathy: tu ci sei sempre, grazie.

    Rururu; nell’etere il mio ammonimento: State attenti per strada! attenti agli atri con mille occhi.

    A tutti un buon cappuccino

    sheraincamicinahafreddo

  161. aglajaGE ha detto:

    Ah! era un cappuccino! L’avevo preso per un caffè macchiato con la schiumina e mi ero lasciata andare (da me) a divagazioni bavose sulla degustazione dell’aromatica bevanda.. ;-D

    Buona domenica 🙂

    A.

  162. romanticaperla ha detto:

    Mi dispiace tanto x l’amica della tua mamma,certo che è brutto xdere qualcuno o qualcosa che ti ricorda chi ti ha dato la vita ed amato.
    Baci

  163. sherazade2005 ha detto:

    buonanotte

    ove riuscissimo a dormire senza incubi.
    Incubi di morti quotidiane violente.
    Di pallottole volutaMENTE vaganti in
    ‘tragico errore’.
    Orrore da medioevo moderno quando la vita di nessuno è piu’ nè
    garantita nè ‘sacra’.

    buonanotte se si puo’ ancora dire.

    sherattonitanchedisperata

  164. arietta ha detto:

    Un sorriso stentato che possa sostenere il tuo dolore dato da una e da altre perdite, sempre troppe quando non sono giustificate dagli anni che si accavallano l’uno sugli altri e cominciano a pesare di un peso insostenibile…

  165. anonimo ha detto:

    Ciao una intrusione per due precisazioni…
    i mandarini tagliati a rondelle mantenendo la buccia?
    Cosa intendi per mantenere il torso intonso?

    Ciao Marcochesiappresterebbeafarelemarmellate

  166. sherazade2005 ha detto:

    certo i mandareinetti da alberi NON trattati devono essere tagliati a rondelline sottili con la buccia.
    La mela va sbucciata e tagliata a lamelline sottili badando bene a lasciare il torsolo (rettangolare) intero con tutti i suoi semini che servono ad addensare durante la cottura invece della ‘Pectina’ (che si compra al negozio).

    bacialmandatinodistamattina

  167. sherazade2005 ha detto:

    Buonpomeriggio Arietta

    a presto.

    she’

  168. anonimo ha detto:

    Grazie! ci provo….

    Ciao!

  169. KatherineM ha detto:

    Anch’io sono un’inguaribile romantica, in fondo, e penso che qualche compromesso valga bene un valido e lungo rapporto tra due persone!

  170. sherazade2005 ha detto:

    Kathy-ina cara

    tu sai quanto io apprezzi la tua dolce perseveranza e a dirla tutta
    sulla lunga distanza avrai ragione tu.
    Un grosso bacio,

    sherAlchy

    ps si vede che son troppo brava neppure hai notato che ho cambiato il templaaaaaaate :=)
    (almeno in parte!)

  171. irazoqui ha detto:

    dicevi di ingrao…delle sue rielaborazioni sui carri sovietici ma, vedi, a me i “pentimenti” pubblici danno fastidio. quello che sei stato sei stato e che l’unione sovietica era imperialista dovevi accorgertene al momento giusto. perchè rosa luxemburg avvertì subito dopo la rivoluzione russa il pericolo di un processo storico-politico autoritario in seno al bolscevismo, e -che so- marcello venturi, redattore dell’unità, nel 56 entrò in collisione con il servilismo del PCI verso mosca e se ne andò. ingrao ha le sue brave giustificazioni per avere sbagliato. i pentimenti e i ripensamenti a posteriori però sono un po’ ridicoli. no?

  172. sherazade2005 ha detto:

    Iraz

    con tutto il rispetto NO.
    Il dubbio èl’errore sono segno di un processo di elaborazione quando sono maturati seriamente e non per fini opportunistici.
    Ho orrore di chi è sempre graniticaMENTE sicuro di quel che è che dire che possiede la verita’.
    Per un dirigigente del carisma di Ingrao ammettere (tardi purtroppo)
    ma in tempi molto anticipati l’errore è stato lungimirante e ne ha subito politicamente tutte le conseguenze dell’11 congresso.

    Ma ti prego, mi piacerebbe qualcosa
    di attinenti a questo mio lungo post settimanale sulle “lettere d’amore”.
    Allentiamo col presente e libriamoci
    in sogni passati.
    Fallo per me :=)

    sheraz

    (finiti i peschi in fiore che mi dici di uno splendido cigno?)

  173. KatherineM ha detto:

    Sono sempre così di corsa, così in ritardo e così trafelata che mi butto subito sulla “sostanza” e non sempre mi soffermo sulle apparenze…ho letto quindi il contenuto del post, ma devo aver solo sfiorato con gli occhi questo stupendo azzurro con il dolcissimo cigno…spero mi perdonerai!
    Che tu sia diventata tremendamente brava, ormai è assodato!
    Per quanto riguarda la storia dell’albero e di Anna Franck non posso che darti ragione: non c’è dolore più grande per un genitore che sopravvivere al proprio figlio!
    Buona notte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...